Guardia di Finanza in due banche cesenati: acquisita una grossa mole di documenti

La Guardia di Finanza da lunedì mattina è impegnata in una acquisizione di un grossa mole di documentazione presso la sede principale della Cassa di Risparmio di Cesena. L'attività è stata avviata nella mattinata ed è proseguita per tutto il pomeriggio

La Guardia di Finanza da lunedì mattina è impegnata in una acquisizione di un grossa mole di documentazione presso la sede principale della Cassa di Risparmio di Cesena. L'attività è stata avviata nella mattinata ed è proseguita per tutto il pomeriggio e probabilmente vedrà la presenza dei finanzieri anche nei prossimi giorni, in quanto si tratta di molto materiale da valutare e acquisire. Il controllo è scattato con l'arrivo di una decina di finanzieri della Compagnia di Cesena e del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Milano, la sezione specializzata delle Fiamme Gialle per le questioni  inerenti gli istituti di credito.

I militari hanno richiesto della documentazione citata nella relazione finale con cui si è conclusa, all'inizio del 2014, un'ispezione della Banca d'Italia. La relazione degli ispettori, in particolare, evidenzierebbe la necessità di un'ulteriore attività investigativa di natura giudiziaria. Per questo la Procura della Repubblica di Forlì ha delegato ai due reparti della Finanza l'approfondimento, per la verifica di eventuali responsabilità penali a carico degli amministratori pro-tempore della banca stessa.

La documentazione che è in via di acquisizione servirà a fare piena luce sui sospetti degli ispettori della Banca d'Italia. Da parte sua, tutti i livelli dirigenziali della Banca stanno dando piena collaborazione alle richieste dell'Autorità Giudiziaria. Tra gli atti acquisiti ci sarebbe anche la distribuzione anticipata di un dividendo 2012, per un valore totale di circa 2 milioni di euro, oltre che diverse pratiche di finanziamento a privati ed aziende.

FINANZA ANCHE ALLA BRC - Sempre nella giornata di lunedì, nell'ambito di un procedimento parallelo, i finanzieri specializzati del nucleo di Polizia Valutaria milanese hanno acquisito, con le stesse modalità, documentazione presente alla Banca Romagna Cooperativa, una banca di credito cooperativo oggetto di commissariamento della Banca d'Italia. Anche in questo caso l'acquisizione di documenti è partita per accertare i sospetti presenti in una relazione, in questo caso dei commissari della Banca d'Italia, con cui la Guardia di Finanza sta collaborando da tempo.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento