menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uova al Fipronil: Cna Agroalimentare sottoscrive un protocollo col Ministero della Salute

"Questo è l'impegno che abbiamo assunto per aumentare la fiducia dei consumatori verso tutte le nostre attività che utilizzano le uova per le loro produzioni: pastai, pasticcieri in primis", commenta Sergio Ceccarelli, presidente di Cna Agroalimentare Forlì-Cesena

Cna Agroalimentare ha sottoscritto al Ministero della Salute un protocollo messo a punto nell'ambito del dialogo tra le associazioni produttive e le autorità sanitarie, con il quale si impegnano a promuovere ai loro associati l’attuazione di un programma di autocontrollo rafforzato che si affiancherà ai controlli ufficiali effettuati dalle autorità pubbliche per garantire la sicurezza dei consumatori, attraverso una verifica estesa delle caratteristiche delle uova italiane e dei prodotti che le contengono.

"Il protocollo, sull'elaborazione del quale hanno espresso il proprio favorevole avviso anche i Ministeri dell'Agricoltura e dello Sviluppo economico, prevede l'esecuzione in autocontrollo, una prima volta al massimo entro il 15 ottobre e successivamente con una cadenza regolare, di esami di laboratorio miranti ad escludere la contaminazione delle uova con gli antiparassitari fipronil e amitraz - viene illustrato da Cna -. Gli elenchi dei soggetti che aderiscono al protocollo e i risultati degli esami svolti saranno comunicati al Ministero della salute, per la loro elaborazione e valutazione; un'autodichiarazione accompagnerà, nei vari passaggi, le uova provenienti da impianti che partecipano al programma".

Cna, insieme con le altre associazioni di categoria della classificazione e trasformazione delle uova e della produzione e distribuzione di ovoprodotti e alimenti che li contengono, invitano i propri associati "a verificare che i propri fornitori aderiscano al piano di autocontrollo rafforzato di cui al presente Protocollo e che ogni partita sia accompagnata da una dichiarazione di conformità che attesti l’adozione del Piano nell’allevamento di provenienza". Il protocollo con il Ministero della Salute è stato siglato a livello nazionale da Cna con le altre associazioni operanti nel settore della produzione avicola e in quello della trasformazione alimentare: Aidepi, Aiipa, Aia, Alleanza Delle Cooperative Italiane-Agroalimentare, Assoavi, Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Federalimentare, Unaitalia.

"Questo è l'impegno che abbiamo assunto per aumentare la fiducia dei consumatori verso tutte le nostre attività che utilizzano le uova per le loro produzioni: pastai, pasticcieri in primis - commenta Sergio Ceccarelli, presidente di Cna Agroalimentare Forlì-Cesena -. È un impegno serio che comporta costi aggiuntivi, ma dobbiamo evitare un calo dei consumi e riprendere la fiducia del cliente che in questo momento è molto disorientato ed ha poca fiducia sull'acquisto delle uove e dei prodotti che utilizzano come base uova".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento