menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Astrazeneca, i timori di Bonaccini: "Questi stop aumentano il rischio di sfiducia"

L'allarme e' di Stefano Bonaccini, che invita a "fidarsi della scienza"

"Questi stop aumentano il rischio di sfiducia nella vaccinazione, in questo caso di Astrazeneca". L'allarme e' di Stefano Bonaccini, che invita a "fidarsi della scienza". Ma il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni invita le agenzie del farmaco, Ema ed Aifa, a dare un "messaggio definitivo e chiaro" sul vaccino sviluppato a Oxford, "proprio per fugare i dubbi e per evitare che ci siano preoccupazioni, peraltro legittime". In ogni caso, assicura Bonaccini, "noi non fermiamo le prenotazioni, perche' con Astrazeneca o meno le persone verranno vaccinate".

La speranza e' che "si riparta immediatamente, altrimenti Astrazeneca dovra' essere sostituito da altri vaccini". "Ci auguriamo - dice ancora il governatore - che al piu' presto, nelle prossime ore Ema dica una parola definitiva su questa questione e che siano parole definitive e rassicuranti". Bonaccini ha parlato luned di questo con ministro della Salute Roberto Speranza. "Credo che chiunque abbia voglia di uscire il prima possibile da questa pandemia si augura che ci siano piu' vaccini possibili a disposizione e che siano sicuri. In ogni caso senza vaccino non usciremmo da una pandemia che ha gia' fatto troppi morti".

Per Bonaccini, al tempo stesso, i cittadini "hanno bisogno di chiarezza e certezze, la campagna vaccinale non puo' permettersi ulteriori ritardi e, allo stesso tempo, va ovviamente garantita la massima sicurezza". A margine della visita, Bonaccini ha sottolineato anche i numeri positivi avuti ieri nel primo giorno di prenotazioni dedicate agli over 75. "In una sola giornata si sono prenotate circa 90mila donne e uomini, una cifra enorme - evidenzia il presidente regionale - che segnala quanto qui ci sia una capacita' organizzativa formidabile. Qualcuno avra' fatto fatica a trovare la linea non intasata- concede- ma se 90mila persone hanno prenotato vuol dire che le cose funzionano". (fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento