Cronaca

Carradori ospite social di Lattuca: "Vaccini anti-Covid a gennaio, per la Romagna il 25% delle dosi regionali"

Tema caldo della diretta i vaccini: "Nel mese di gennaio ci sarà la messa in disponibilità dei vaccini, a livello regionale ne dovrebbero arrivare circa 340mila dosi"

Il Direttore generale dell’Ausl Romagna Tiziano Carradori è stato "ospite" del sindaco di Cesena Enzo Lattuca. I due sono stati protagonisti di una diretta Facebook che ha toccato diversi punti della situazione sanitaria che stiamo vivendo.

"La situazione è severa - ha detto Carradori - ma continuo a qualificarla migliore rispetto alla media dell'Emilia Romagna, il quadro sta progressivamente rivelando una riduzione dei casi, ad esempio oggi in Romagna abbiamo 366 casi, il trend è calante, solo 17 casi a Cesena, davvero pochi, 50 nel territorio cesenate, il picco si è abbassato, il trend è lineare e calante".

Carradori ha rimarcato come "siamo da diversi giorni in una fase rossa, per quanto riguarda i ricoveri, le terapie intensive sono occupate per 40 posti letto su un totale di circa 100, il sovraccarico c'è per i nostri ospedali, ma le strutture tengono nonostante la pressione, le attività chirurgiche non sono state interrotte".

Ma cosa sarebbe successo senza misure di contenimento: "Dobbiamo considerare che il virus si diffonde sulla base di contatti, il mantenimento di alcune prassi sociali avrebbe portato ad una diffusione molto più grande del virus. Le persone che avrebbero avuto bisogno di ricovero sarebbero state molte di più, e avrebbero bloccato il sistema sanitario. Ma ci sarebbero stati anche molti decessi in più, l'effetto sociale del virus sarebbe stato molto più devastante". 

Il sindaco di Cesena Enzo Lattuca ha sottolineato che "venerdì ci potrebbe essere il ritorno in zona gialla dell'Emilia Romagna, ma non è ancora una notizia ufficiale, con l'operatività della zona gialla che inizierebbe da domenica mattina".

Vaccini anti-covid

Carradori ha affrontato il tema vaccini anti-Covid. "Nel mese di gennaio ci sarà la messa in disponibilità dei vaccini, a livello regionale ne dovrebbero arrivare circa 340mila dosi, come Romagna avremo il 25% delle dosi. Stiamo stabilendo quali sono i segmenti di popolazione che devono avere una priorità, sicuramente chi lavora nel sistema sanitario allargato avrà la priorità. Allo stato attuale abbiamo 440 sanitari ai box per covid, 329 sono stati contagiati".

"Il vaccino deve essere mantenuto a temperature molto basse. Farò il vaccino? Certo - ha risposto Carradori alla domanda di un utente - per due ragioni, in primis in quanto medico, ma anche perchè i vaccini sono la più grande conquista della sanità moderna, anche se non esenti da effetti collaterali".

"Lo farò anche io - ha fatto eco il sindaco - mettendomi in coda in base alla mia età, probabilmente non sarò tra i primi". Il direttore generale dell'Ausl Romagna ha sottolineato che "i primi vaccini devono essere stoccati in frigo a -70 gradi, non è che potranno essere tenuti nella cucina di casa. Ci saranno 4 frigoriferi che localizzeremo in varie aree. Stiamo studiando le modalità per somministrare i vaccini con la migliore organizzazione dal punto di vista logistico".

Il sindaco di Cesena Enzo Lattuca ha informato che torneranno i buoni spesa per i cittadini in maggiore difficoltà economica. Lattuca ha invitato Carradori per un'altra diretta sul nuovo ospedale di Cesena. "Deve mettere a rendimento quello che abbiamo imparato da questa pandemia", ha chiuso Carradori.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carradori ospite social di Lattuca: "Vaccini anti-Covid a gennaio, per la Romagna il 25% delle dosi regionali"

CesenaToday è in caricamento