rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca

Carenza di materie prime? Mancano anche i farmaci: "Non si trova il Brufen in quasi tutte le farmacie. Ha avuto un boom col Covid"

"In molte farmacie, per non dire tutte, manca il Brufen 600 ma in generale anche il 400 mg". A confermarcelo è Fabio Scarlato, farmacista di Diegaro che ci spiega come, però, questo tipo di assenza di un farmaco dal banco non sia una novità

Ormai alla carenza di materie prime ci stiamo forzatamente abituando. Che sia benzina, energia, gas o ferro, sappiamo che li pagheremo di più perchè sul mercato sono carenti. Ma se questa logica inizia ad applicarsi anche ai farmaci, per qualcuno può diventare molto grave. In questo momento, infatti, a Cesena, come in molte parti di Italia, mancano i medicinali col principio attivo dell'Ibuprofene.

"In molte farmacie, per non dire tutte, manca il Brufen 600 ma in generale anche il 400 mg". A confermarcelo è Fabio Scarlato, farmacista di Diegaro che ci spiega come, però, questo tipo di assenza di un farmaco dal banco non sia una novità. "Anni fa successe con l'Avodart, farmaco che si utilizza per il trattamento della prostata - spiega Scarlato - A un certo punto il farmaco non si trovava più da nessuna parte e venne fuori che l'azienda preferiva venderlo all'estero perché lo vendeva a un prezzo maggiore. In Italia, infatti, i farmaci sono modulati, li paga lo Stato e quindi a fare il prezzo è lo Stato. Se per l'Avodart in Francia, l'azienda produttrice prendeva 50 euro a pezzo, magari qui in Italia ne prendeva 18 e quindi per un discorso economico preferiva venderlo all'estero. Ovviamente non si può fare quando il farmaco viene approvato dall'Aifa ed entra in una trattamento terapeutico. Ora non sappiamo perché sta succedendo questa cosa con l'Ibuprofene. Sicuramente è un farmaco che ha avuto un boom in questi due anni di Covid perché è stato consigliato da tutti i medici. E ora la gente lo chiede molto perché ha iniziato a conoscerlo meglio. Forse questa carenza potrebbe essere data anche da un surplus di richiesta".

Ma il Moment, per esempio, che ha lo stesso principio attivo del Brufen si trova in farmacia? "Sì il Moment sì, solo che ha un dosaggio diverso. Per arrivare alla dose del Brufen bisogna prendere tre pastiglie e non è mai una soluzione propriamente ideale". "Quest'estate era accaduta la stessa cosa al Gaviscon, un antiriflusso - spiega ancora il dottor Scarlato - Poi è tornato in farmacia ma è passato da una fascia mutuabile alla classe C, totalmente a carica del cittadino. Stessa cosa per il Nurofen bambini, un farmaco indicato da tutti i pediatri quando la febbre dei bambini supera i 38 gradi e mezzo. Quest'estate non si trovava né lui né gli equivalenti. Adesso è tornato ma non in tutti i dosaggi e in tutti i gusti. E' successo anche con l'aspirina C da 10 pastiglie. Non la facevano più qualche mese fa perché sembra avessero problemi nel reperire la carta. Questo per far capire che le motivazioni perché un farmaco manca possono essere varie, il nostro problema è spiegarlo ai clienti. Quando vengono da noi è perché hanno bisogno di quel farmaco lì e non poterglielo dare ci dispiace. Tra l'altro molto spesso al cliente sale il sospetto che sia stato ritirato perché dannoso e quindi dobbiamo anche spiegare che non è così, insomma noi che siamo l'ultimo anello della catena abbiamo un compito non facile"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di materie prime? Mancano anche i farmaci: "Non si trova il Brufen in quasi tutte le farmacie. Ha avuto un boom col Covid"

CesenaToday è in caricamento