menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasqua sicura a tavola, la Capitaneria sequestra 100 chili di pesce non etichettato

L’attività di vigilanza in essere sulla filiera ittica proseguirà anche nei prossimi giorni attenzionando, in particolare, gli esercizi commerciali presenti

Intensificati i controlli della Capitaneria di Porto di Cesenatico in vista delle mminenti festività pasquali. I militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo ha rinvenuto del prodotto ittico fresco privo di etichettatura (circa 100 chili), sanzionando il trasgressore per un importo complessivo di 1.500 euro. Il pesce, inizialmente posto sotto sequestro, dopo gli accertamenti dell'Ausl è stato ritenuto idoneo al consumo e devoluto in beneficienza alla Comunità di San Patrignano.

"Il comportamento illecito accertato e sanzionato costituisce un rischio per tutti i consumatori finali, in quanto i suddetti prodotti immessi in mercato, non essendo correttamente etichettati, risultano di dubbia provenienza e non seguono i corretti protocolli tesi a garantire la tutela del diritto del consumatore di ricevere, in ogni fase della commercializzazione, le previste ed opportune informazioni - spiegano dalla Capitaneria -. Da qui l'invito della Guardia Costiera a prestare attenzione al prodotto ittico da acquistare e consumare scegliendo soltanto pescato di cui sia certificata la tracciabilità". L’attività di vigilanza in essere sulla filiera ittica proseguirà anche nei prossimi giorni attenzionando, in particolare, gli esercizi commerciali.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento