Caos Puleto, a processo tre dirigenti Anas: "Carenza assoluta di manutenzione"

La novità è il giudizio a citazione diretta per tre dirigenti Anas indagati dalla procura di Arezzo

Si aggiorna la vicenda della chiusura del Viadotto Puleto, e della E45, che tanti disagi ha creato ad automobilisti e imprese, anche del territorio cesenate. La chiusura risale al 16 gennaio 2019 e si protrasse per un mese.

La novità, come riporta Arezzo Notizie, è il giudizio a citazione diretta per tre dirigenti Anas indagati dalla procura di Arezzo. L'accusa spinge per il processo ai tre dirigenti che avrebbero “omesso di provvedere, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, affinché venissero eseguiti i lavori necessari al fine di rimuovere il pericolo costituito dal cattivo stato di conservazione del viadotto medesimo, derivante da carenza assoluta di manutenzione dello stesso". 

Secondo la procura la struttura era in uno stato precario, "reso palese ed evidente dal degrado delle parti strutturali” che si manifestava “con distacchi e scopertura dei ferri longitudinali o di parete, ossidati e con sezione degli acciai parziali  e in alcuni casi la messa fuori funzione di alcune barre dell’armatura”. Nel mirino dei periti sono finiti  i baggioli di cemento armato che sono apparsi "fortemente degradati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento