Caos al Verdi? "Solo sei ragazzi non sono riusciti ad entrare, locale super controllato"

Maicol Ucci, responsabile settore notte, risponde a Davide Fabbri sul presunto caos nella Festa dei 100 giorni

Il candidato sindaco di Cesena in Comune Davide Fabbri aveva parlato di un problema sovraffollamento al Teatro Verdi, in particolare nella festa dei 100 giorni dello scorso 13 marzo. Fabbri aveva chiesto lumi al proprietario Andrea Rossi e al direttore Luigi Di Placido. A rispondergli con un post su Facebook è Maicol Ucci, responsabile "reparto notte" che con un post su Facebook, precisa come Di Placido collabori "solo per il lato aziende ed eventi diurni".

"Andrea Rossi, oltre ad essere il proprietario del Teatro con la sua famiglia, è socio della società che lo gestisce ma non è il legale rappresentate e poco centra in quello che succede all'interno, in quanto delega settore per settore le competenze e le responsabilità a diversi professionisti del settore, tra cui io per quanto riguarda la notte", spiega Ucci.

"Nelle ultime 2 settimane - prosegue - siamo stati controllati da cima a fondo su ogni virgola del locale. Sono ben contento se ci controllano, in quanto possono certificare il nostro operato anche se ricevere controlli durante una serata crea inevitabilmente problemi di gestione/rallentamento del servizio. Durante la serata dei 100 giorni, abbiamo ricevuto il controllo da parte di tutti gli enti di sicurezza preposti, questura, vigili urbani, siae (eccezionalmente 3 mandatari siae nella stessa serata: Forlì, Cesena, Cesenatico, controllo capienza, controllo ispettorato del lavoro, controllo addetti alla sicurezza, controllo uscite di sicurezza. Tutto questo durante il servizio di 591 persone a cena".

"A causa di questi controlli - spiega il responsabile del Verdi - sicuramente il flusso d'ingresso è stato rallentato. La festa della 100 giorni è una delle serate più importanti della nostra stagione ma che comunque tutto è andato liscio, tranne 6 ragazzi che il giorno dopo ci hanno richiesto il rimborso del biglietto perchè non sono riusciti ad entrare causa la troppa fila, e sono stati prontamente rimborsati".

Davvero rigorosi i controlli durante la serata: "Le precise ed efficenti forze dell'ordine intervenute in serata, hanno addirittura effettuato l'alcool test agli autisti dei pullman che portavano i tanti giovani nel nostro locale. Non hanno riscontrato nessun problema di pericolo all'interno della struttura", conclude Maicol Ucci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento