rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Lavori in viale Mazzoni, i locali della movida in centro storcono il naso: "Si gira come matti per un parcheggio"

Se trovare parcheggio in centro storico era già un'impresa, ora, con un buon terzo dei posti a disposizione inaccessibili per via dei lavori lungo via Mazzoni, è diventato quasi impossibile

Se trovare parcheggio in centro storico poteva già essere definita un'impresa, ora, in via Mazzoni, con un terzo dei posti sottratti per via dei lavori, è diventato quasi impossibile. "Ed è solo il primo stralcio di lavori" si dicono, affranti, gli esercenti dei locali di piazza del Popolo che, in queste serate, hanno raccolto le testimonianze dei cesenati costretti, soprattutto nel fine settimana, a girare come matti prima di trovare un parcheggio in zona. In realtà, alla fine, nonostante siano in divieto, molti parcheggiano a lato delle transenne, bypassando il problema, ma visto che non è ancora tempo in cui si va in bici per uscire la sera, chi abita un po' fuori dal centro è obbligato a prendere l'auto, e quindi la ricerca diventa ancora più ossessiva del solito.

Replica Cesena 2024: "Non esiste un cantiere a disagio zero"

I lavori in viale Mazzoni

Per onore della verità va detto che i lavori in corso d'opera sono utilissimi  perché vanno a togliere le barriere architettoniche ancora esistenti, ma è altrettanto vero che poi, inizieranno in un altro tratto, e in un altro ancora, così fino a novembre 2023. Quello che non si capisce - sempre secondo gli esercenti - è perché il Comune, o chi per lui, abbia deciso di transennare e rendere inagibili così tanti parcheggi, praticamente tutti quelli della fila di destra - dalla chiesa di San Domenico andando verso la piazza. Non era forse più intelligente chiudere brevi tratti di parcheggi, un pezzettino alla volta, e solo laddove si effettuavano realmente i lavori? E poi si chiedono ancora perchè non si sia adottata, come capita per le strade di grande comunicazione, una squadra di lavoratori più numerosa? Più lavoratori ci sono, meno sono i tempi di interruzione, e quindi calano anche i disagi. L'augurio che si fanno gli esercenti è che il prossimo stralcio sia meno invasivo del primo, altrimenti i cesenati, per trascorrere le loro serate, arriveranno a scartare il centro storico e preferire locali più accessibili. 

Ecoself

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori in viale Mazzoni, i locali della movida in centro storcono il naso: "Si gira come matti per un parcheggio"

CesenaToday è in caricamento