Due cani uccisi da bocconi avvelenati, il Movimento Animalista: "Serve una legge"

Dopo i recenti fatti accaduti a Gambettola, il Movimento Animalista Forlì Cesena ribadisce "la necessità di trasformare l’ordinanza anti-bocconi avvelenati in legge"

Due cani dello stesso proprietario uccisi in seguito ad un avvelenamento. Il Movimento Animalista condanna "il vile atto compiuto da ignoti a Gambettola giovedì scorso". "La morte dei due animali è subentrata dopo pochi minuti dal primo malore, non lasciando nemmeno il tempo al veterinario di prestare soccorso - affermano Donatella Camporesi ed Elisa Zaccaria, coordinatrice e vice coordinatrice del Movimento Animalista Forlì Cesena -. La stessa proprietaria, addolorata dalla sorte dei suoi due compagni di vita, ha voluto denunciare l’accaduto avvisando tutti i proprietari di cani della zona".

"Il Movimento Animalista come già sostenuto nelle sue linee programmatiche “Agenda per un’ Italia migliore”, ribadisce  l’urgenza e la irrimandabile necessità di trasformare in legge l’ ordinanza n. 165 del 16 luglio 2016, che ad oggi ha come  sanzione una semplice pena pecuniaria che non scoraggia coloro che, con inciviltà, non esitano a compiere simili gesti scellerati e pericolosi, che rischiano di mettere a repentaglio non solo la vita di innocenti animali domestici e selvatici, ma  anche la salute dei cittadini, in particolare dei bambini e la possibilità di contaminazioni ambientali, che creerebbero danni a  tutta la collettività", concludono Camporesi e Zaccaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento