Campus, rinasce la piccola ristorazione: "Tenuto duro per anni aspettando questo momento"

L'apertura della sede universitaria per i locali della zona è stata una manna. Ad avvertire subito gli effetti positivi sono i locali nelle vicinanze

Se l'arrivo di migliaia di studenti nel quartiere ex Zuccherificio è un problema per la carenza dei parcheggi e l'inevitabile ingolfamento nelle strade limitrofe (chi lavora in zona è  costretto ad anticipare l'arrivo per trovare un posto vuoto) dall'altra parte è una grande risorsa. Avere movimento, gente che gira, gente che qualcosa consuma, per i locali della zona è stata una manna. Ad avvertire subito gli effetti positivi è stato "Latte divino" bar sotto i condomini dell'Ex Zuccherificio, aperto fino alle 16. "Diciamo che abbiamo tenuto duro per un paio di anni ma adesso va meglio - spiega Sara, la titolare - Il lavoro, per noi, è aumentato del 20-30%. Sono studenti e professori e, usufruendo tutti delle convenzioni per studenti universitari, possono mangiare con 5 o 6 euro. Vengono sia a colazione che a pranzo".

Stesso discorso per Hippocampus Bar, un originale chiosco bar sulla strada che costeggia il fiume Savio, a pochi passi dal nuovo Campus universitario. "Il problema è il parcheggio - ci spiega la titolare - i ragazzi fanno fatica a trovare posto per le auto. E' capitato addirittura che io e la ragazza che lavora con me ci rendessimo utili a spostare auto di clienti: una multa non fa piacere a nessuno. Per il resto, visto che siamo anche Infopoint, diamo cartine della città, informazioni e, come ristorazione, offriamo primi, insalate e secondi, tutti scontati sia per studenti che per il personale universitario, compresi i docenti. Siamo molto contente che la zona inizi a ravvivarsi un po' e a diventare più frequentata. Non è stato facile in questi anni lavorare in una zona così. Tra l'altro dopo che il Comune, anni fa, concesse l'autorizzazione all'Ipercoop di aprire anche la piccola ristorazione, per noi è stato un dramma, abbiamo ridotto gli incassi di molto... Ora che c'è un po' più di movimento intravediamo un po' di ottimismo". 

Faccine allegre anche per i due locali all'interno dell'Ipercoop. Stefano de "L'angolo della pizza" è contentissimo. "Ovviamente so che la maggior parte degli studenti si porta da mangiare da casa, ma noi con l'apertura dell'università un 25% in più di lavoro l'abbiamo comunque notato. E soprattutto abbiamo visto nuovi clienti, nuove facce. Per loro abbiamo studiato le convenzioni e vediamo che funzionano molto bene. Con 4-5 euro mangiano e stanno a sedere per chiacchierare un po' tra di loro". 

La piccola ristorazione dell'Ipercoop è l'unica che ancora non ha promosso convenzioni o sconti per studenti universitari ma lavora ugualmente. "Vediamo parecchi clienti nuovi soprattutto quando il tempo è brutto - spiegano dal bancone della ristorazione - sono gruppi di studenti che si fermano e mangiano un primo o un'insalata". 

angolo della pizza-2

hippocampus-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento