menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campus, il sindaco incontra il nuovo coordinatore: "Sede sempre più attrattiva"

Incontro tra il primo cittadino e Massimo Cicognani, che è stato eletto Coordinatore del Consiglio del Campus per il prossimo triennio. Presente anche l'assessore Francesca Lucchi

Lunedì mattina il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore all’Università Francesca Lucchi hanno incontrato Massimo Cicognani, che nelle scorse settimane è stato eletto Coordinatore del Consiglio di Campus per il prossimo triennio, prendendo il posto di Luciano Margara.

L’incontro è stata l’occasione per ribadire il ruolo strategico dell’Università a Cesena e l’importanza della collaborazione fra Alma Mater e Comune, cementata dalla condivisione di obiettivi comuni.

Al centro dell’attenzione, naturalmente, il nuovo campus, per la cui realizzazione l’Università di Bologna ha investito 50 milioni di euro. Il primo lotto, inaugurato nell’ottobre scorso, ha accolto le sedi di Ingegneria e Architettura ed è frequentato quotidianamente da circa 2000 studenti. Ma, com’è noto, il progetto complessivo prevede di concentrare nel comparto Ex Zuccherificio tutte le sedi universitarie (con esclusione di scienze e Tecnologie alimentari) e i servizi ad esse collegati.

Già chiaramente delineato l’iter per la realizzazione dei due lotti restanti. E’ già aperto e procede speditamente il cantiere per la costruzione dello studentato, che metterà a disposizione un’ottantina di posti letto, ma è destinato anche a ospitare un’ampia serie di servizi dedicati agli studenti: i lavori dovrebbero concludersi fra circa un anno, all’inizio 2020. Altrettanto definito il percorso per la nuova sede di Psicologia: sono già state stanziate le risorse da parte dell’Amministrazione Comunale (7 milioni di euro) ed è stato condiviso un accordo attuativo con l’Università, grazie al quale partirà a breve l’iter progettuale.

Ma, al tempo stesso, Amministrazione comunale e vertici del Campus condividono la consapevolezza che le opere strutturali, pur rappresentando un tassello fondamentale, da sole  non bastano a strutturare la presenza dell’università a Cesena, e che l’impegno dei prossimi anni dovrà concentrarsi non solo a supporto degli iter realizzativi, ma  costruire un rapporto sempre più stretto dell’Ateneo con la città, a servizio dello sviluppo e della cultura di una comunità.

Ne è convinto il professor Cicognani, che nel corso dell’incontro ha rimarcato come  l’università, con i suoi corsi di laurea di alto livello, sia una presenza significativa, a partire dal fervore culturale che è in grado di creare.

“La sfida sarà nel mantenere costantemente alta la collaborazione – dichiarano dal canto loro il Sindaco Lucchi e l’Assessore Lucchi -, e di essere capaci, da un lato, di stimolare sempre più i ragazzi ad essere parte attiva nella nostra società, e dall’altro, di coinvolgere i cittadini e le imprese, per rendere la sede cesenate sempre più attrattiva nei confronti di docenti e studenti. L’investimento universitario e la costanza di attenzione verso questo tema stanno già portando benefici per tutta la città e, se sapremo lavorare bene insieme, potranno moltiplicare la ricaduta positiva sia per le famiglie, sia per lo sviluppo del tessuto sociale ed economico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento