Università, le richieste degli studenti: creare una sala di lavoro di gruppo

Quasi l’unanimità degli studenti riferisce che vorrebbero delle sale di collaborazione e coworking nel Campus di Cesena

Continua la raccolta di opinioni degli studenti universitari del Campus di Cesena attraverso il questionario disponibili sul portale dell'Università di Bologna. "Ad oggi - commenta Mirko Grammatico, presidente della Consulta Universitaria Comune di Cesena - abbiamo totalizzato quasi mille compilazioni e prevediamo di arrivare (entro la chiusura che avverrà a fine di questo mese) almeno al doppio per avere una sicurezza su quello che sarà il percorso futuro che dovremo tutti affrontare sulle politiche universitarie. I dati che per ora abbiamo, a metà monitoraggio, ci dicono diverse cose molto importanti per delineare le politiche studentesche per i prossimi anni e per le prossime legislature del Comune di Cesena".

"L’Università è fondamentale per la nostra città e con questo questionario si avranno dei dati tangibili su cui poter lavorare da qui ai prossimi anni - chiosa Grammatico -. Possiamo vedere per esempio che Cesena è particolarmente adatta per la vita universitaria fuorisede, rispetto alla vicina Bologna, in quanto il prezzo medio per gli affitti di case si aggira dai 200 ai 300 euro. Altri dati riferiscono che dobbiamo implementare il nostro Informagiovani, che ha sede al nuovo Foro Annonario, e la comunicazione online dello stesso per dare agli studenti la possibilità di cercare casa ed opportunità tramite il servizio pubblico e non tramite le agenzie private. Quasi l’unanimità degli studenti poi, in questo mese, ci dice soprattutto che vorrebbero delle sale di collaborazione e coworking nel nostro Campus".

"Questo progetto, che infatti trova conferma, è stato proprio proposto gli scorsi mesi dalla Consulta Universitaria sul fatto di creare al nuovo Foro Annonario una sala di lavoro di gruppo, dove i ragazzi si possano incontrare e discutere dei progetti di laboratorio; che abbiano come fulcro il lavoro di gruppo e non il lavoro personale in singolo - continua Grammatico -. Questo progetto tra le cose porterebbe il fatto di far rimanere gli universitari nel centro storico e non radicarli unicamente nel nuovo Campus all’Ex Zuccherificio".

"La nostra città poi ha bisogno non solo di migliorare, ma anche di progredire e proporre cose nuove nel nostro territorio - conclude il presidente della Consulta Universitaria di Cesena -. Dobbiamo infatti prendere esempio dalla vicina Forlì, in questo caso, e proporre anche noi un “Campus for you” o anzi un “AlmaOrienta cesenate” dove raccontiamo ai ragazzi delle quarte e quinte degli istituti superiori del nostro territorio quello che la Città di Cesena può offrire sugli studi universitari. Questo ancora più potenziato dal fatto che a breve apriranno i nuovi cosi di ICT for climate internazionale e di specializzazione in Medicina e Chirurgia; con un aumento di studenti che porterà i già 5000 fino a 6000 o si spera ancora di più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento