Campionato di Ornitologia: 5 denunce. Sequestrati uccelli rari e tropicali, saranno liberati

Ci sono stati 42 uccelli sequestrati e 5 denunce per reati afferenti agli animali a margine del Campionato mondiale di Ornitologia che si è tenuto a Cesena lo scorso weekend

Ci sono stati 42 uccelli sequestrati e 5 denunce per reati afferenti agli animali a margine del Campionato mondiale di Ornitologia che si è tenuto a Cesena lo scorso weekend. La kermesse ornitologica, di livello mondiale, ha visto confluire a Cesena  oltre 4.000 gli allevatori che hanno portato a concorso più di 32mila uccelli, valutati da 138 giudici internazionali. Notevole la presenza italiana che ha contato 2.300 espositori e oltre 19mila uccelli. Ma i volatili sono giunti da ben 28 nazioni del mondo.

Tra le migliaia di uccelli in mostra, però 42 erano detenuti in modo irregolare a detta dei Carabinieri  forestali del servizio Cites (la tutela della fauna rara protetta dalle convenzioni internazionali), che hanno fatto un'ispezione assieme ai volontari dell'associazione Lipu. Questi i reati contestati: esercizio abusivo della professione, detenzione e vendita di specie protette, detenzione e vendita di specie Cites senza documentazione, contraffazione di pubblici sigilli.

Sono appunto cinque le persone denunciate, otto le sanzioni amministrative elevate e 42 gli uccelli sequestrati appartenenti alle specie passero solitario, beccofrusone, lucherino, cardellino, fringuello e venturone corso, cui si aggiungono otto pappagalli della specie Lori cardinale (Chalopsitta cardinalis), originari delle isole Salomone nell'Oceano Pacifico. All'operazione hanno partecipato ufficiali e agenti dei Carabinieri forestali dell'Emilia-Romagna e altri agenti provenienti dal Veneto, informa un lancio di agenzia Ansa.

Constatate anche condizioni igienico-sanitarie precarie, gabbie strette e sovraffollate. Tra i 42 volatili sequestrati alcuni avevano nella zampa anelli in alluminio visibilmente modificati o amovibili. I carabinieri rilevano che si tratti di una pratica illecita, che consiste nell'applicare, allargandoli, gli anelli destinati ai soggetti in cattività al fine di applicarli agli uccelli illegalmente catturati in natura. I pappagalli Lori cardinale, specie inclusa nella normativa Cites, sono stati sequestrati in quanti posti in vendita senza la documentazione che ne attestasse la legittima provenienza.

Gli uccelli sequestrati sono stati affidati in custodia giudiziaria a un centro di recupero della fauna selvatica, mentre i pappagalli a un centro specializzato per uccelli tropicali. Dopo una valutazione veterinaria e l'assenso del pubblico ministero titolare delle indagini, gli animali verranno liberati in ambienti idonei per la singola specie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento