menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anna Tatangelo, testimonial 2015

Anna Tatangelo, testimonial 2015

Tumori al seno, continua la lotta di Lilt: la sopravvivenza sale al 91%

Durante il mese di ottobre i circa 400 punti di Prevenzione delle 106 Sezioni Provinciali Lilt - su tutto il territorio nazionale - saranno a disposizione per informazioni, divulgazione di opuscoli, visite senologiche e controlli diagnostici clinico - strumentali

Con il mese di ottobre ritorna "Lilt for women - campagna nastro rosa" della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori che, quest’anno, avrà come slogan “Fai prevenzione: proteggilo anche tu!”. E’ lo slogan della 23esima edizione della Campagna - patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute - alla quale darà volto l’artista Anna Tatangelo, testimonial 2015. L’iniziativa, come consuetudine, ha lo scopo di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. 

LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE AL SENO - Nonostante la costante, crescente incidenza di questa patologia, si registra tuttavia una – sia pur lenta, ma progressiva – diminuzione della mortalità, grazie ad una sempre più corretta informazione sulla importanza della diagnosi precoce, rivelatasi strategicamente determinante e vincente in termini di guaribilità. Si stima che in Italia sono circa 48.000 annui i nuovi casi di cancro della mammella. L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata pari ad oltre il 15% negli ultimi sette anni. In particolare, è stato registrato un incremento, in età compresa tra i 25 e i 50 anni, di circa il 30%.

Si tratta di una fascia di età oggi “esclusa” dal programma di screening previsto dal Servizio Sanitario Nazionale, riservato alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni. È anche per tali ragioni che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, con la “campagna Nastro Rosa”, cura e promuove la cultura della prevenzione come metodo di vita, affinché tutte le donne si sottopongano a visite senologiche periodiche, consigliando loro – a partire dai 40 anni di età – di effettuare regolari controlli diagnostici clinico-strumentali. Oggi, la guaribilità del cancro del seno si è attestata intorno all’80-85%. Ma il 15-20% delle pazienti che affrontano la malattia non riescono a superarla. Peraltro il cancro della mammella non è da considerare come una singola malattia, presentando un comportamento biologico e prognosi differenti. Identificare correttamente le caratteristiche biomolecolari del tumore apre le porte a nuove possibilità terapeutiche, sempre più appropriate e mirate per il relativo trattamento. Nella provincia di Forlì-Cesena la sopravvivenza è salita al 91%.

VISITE SENOLOGICHE  - Durante il mese di ottobre i circa 400 punti di Prevenzione delle 106 Sezioni Provinciali Lilt - su tutto il territorio nazionale - saranno a disposizione per informazioni, divulgazione di opuscoli, visite senologiche e controlli diagnostici clinico - strumentali. Per conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio Lilt più vicino, si può chiamare il numero verde Sos Lilt 800-998877 oppure consultare i siti www.lilt.it e la pagina FB “Lilt Nazionale”. La sezione Lilt di Forlì - Cesena offre la possibilità di prenotazione di una visita senologica gratutita scrivendo a info@lilt.fc.it . Sarà inoltre presente nel padiglione Morgagni dell’ospedale Pierantoni - Morgagni di Forlì dal 12 al 16 ottobre 2015, con un banchetto informativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento