Lotta al tumore al seno: "E' importante aderire alla campagna lanciata dalla Lilt"

La consigliera comunale di Cesenatico Lina Amormino che in occasione della 24esima edizione della campagna "Nastro Rosa" invita tutte le donne a non abbassare la guardia

"Anche quest’anno ho deciso di aderire alla campagna di sensibilizzazione per la diagnosi precoce del tumore al seno. È necessaria una corretta informazione per la diminuzione della mortalità". La consigliera comunale di Cesenatico Lina Amormino che in occasione della 24esima edizione della campagna "Nastro Rosa" invita tutte le donne a non abbassare la guardia. "Si è registrata nel 2016 una significativa crescita dell’incidenza di questa patologia, lo confermano i dati: dalle 48 mila diagnosi del 2015 si è passati quest’anno a quasi 50 mila, un chiaro segnale che ci insegna a non abbassare la guardia - illustra Amormino -. Di pari passo alla prevenzione e alle diagnosi precoce anche la ricerca ha raggiunto importanti traguardi. Si stima infatti che il tumore al seno abbia una percentuale di sopravvivenza che raggiunge quasi il 90%".

L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata cresciuta del 15% negli ultimi sette anni e la fascia d’età più colpita  è quella compresa tra i 25 e i 50 anni. "Si tratta di una fascia di età oggi “esclusa” dal programma di screening previsto dal Servizio Sanitario Nazionale che invece è riservato alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni - sottolinea Amormino -. È anche per tali ragioni che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, con la “campagna Nastro Rosa”, cura e promuove la cultura della prevenzione come metodo di vita, affinché tutte le donne si sottopongano a visite senologiche periodiche, consigliando loro, proprio a partire dai 40 anni di età, di effettuare regolari controlli diagnostici clinico-strumentali".

"Nonostante una campagna massiva che va avanti da decenni e volta a sensibilizzare a questa patologia, solo una donna su 5 sembra prendere seriamente in considerazione i vantaggi della prevenzione, trascurando invece i rischi legati al tumore al seno - conclude -. L’invito quindi rimane sempre lo stesso: prendetevi cura di voi stesse, sottoponetevi ai controlli e partecipate agli appuntamenti promossi da Lilt Forlì Cesena. E’ inoltre attivo un numero verde (800.998877) a cui far riferimenti, per dubbi, informazioni e supporto tecnico e psicologico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento