menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Camminata per la verità", alcuni poliziotti cesenati protestano sul caso Narducci

Anche alcuni poliziotti di Cesena, si uniscono ad una manifestazione nazionale del Sindacato di polizia SAP, il “Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia” affiancando quindi il Segretario Nazionale Gianni Tonelli

Anche alcuni poliziotti di Cesena, si uniscono ad una manifestazione nazionale del Sindacato di polizia SAP, il “Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia” affiancando quindi il Segretario Generale Nazionale del SAP Gianni Tonelli, impegnato in questa “camminata di protesta”. I cesenati, in particolare vogliono inserire nella manifestazione nazionale il caso “Narducci”, vale a dire la controversa vertenza giudiziaria che dal 2010 vede contrapposti Filippo Narducci e tre poliziotti del Commissariato, relative ad un presunto pestaggio da parte dei tre agenti.

Spiega una nota del SAP: “Alcuni poliziotti cesenati, protagonisti loro malgrado della vicenda accaduta nel lontano aprile 2010, a partire dal 20 maggio si sono uniti Il pellegrinaggio del Sindacato Autonomo della Polizia, iniziato da Piazza San Pietro a Roma, terminerà il 28 maggio a Monte Sant’Angelo, presso il antuario di San Michele Arcangelo Patrono della Polizia di Stato. L’obbiettivo promosso dai coraggiosi poliziotti che si uniranno al “Cammino”, è quello di mantenere alta l’attenzione sulla vicenda che oramai è diventata un vero e proprio caso giudiziario a valenza nazionale”.

Ed ancora: “Pur confermando sempre e incondizionatamente rispetto e fiducia nell’opera della magistratura, ribadiamo la nostra convinzione sulla pretestuosità e strumentalità delle accuse mosse ingiustamente ai tre poliziotti. Fino a quando la vicenda è rimasta circoscritta nell'ambito giuridico, l'innocenza degli agenti è stata accertata e dichiarata. Quando invece ha assunto contorni politici e mediatici con indebite ingerenze, il dato giuridico è stato stravolto con interpretazioni distorte e soggettive. Dopo lo sciopero della fame, durato una settimana, le fatiche dei poliziotti cesenati per dare voce alle loro proteste ,non sono ancora fintiti perché hanno deciso di intraprendere e sostenere anche loro il “Cammino della Memoria e della Giustizia”, spiega il Segretario Provinciale del SAP Roberto Meloni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento