"Riconoscimento Roberto Ruffilli": la Camera di Commercio premia i super maturi

Puntualmente ritorna il "Riconoscimento Roberto Ruffilli", dedicato ai ragazzi che hanno frequentato le scuole superiori della provincia conseguendo il risultato finale di 100/100

Puntualmente ritorna il “Riconoscimento Roberto Ruffilli”, dedicato ai ragazzi che hanno frequentato le scuole superiori della provincia conseguendo il risultato finale di 100/100. E’ questa la 14° edizione (la prima si svolse nel 2000) di un’iniziativa organizzata dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena che intende così ricordare il professore forlivese, senatore, noto soprattutto per l’attività politica e di studio, ucciso dalle Brigate Rosse nella sua casa in corso Diaz il 16 aprile 1988.

Due le cerimonie di premiazione che avranno luogo mercoledì ore 10 a Cesena nell’Aula Magna del Polo Scientifico Didattico di Cesena (Piazza Karl Marx 180) per la premiazione dei diplomati del Comprensorio Cesenate e alle ore 16 a Forlì nella Sala Zambelli della Residenza camerale (p.zza Saffi 36); i premi, che consistono in e-book reader e attestato, saranno consegnati da Alberto Zambianchi, Presidente dell’Ente, alla presenza delle autorità cittadine e scolastiche.

In un momento in cui la crisi rende ancora più difficile per i giovani trovare una collocazione lavorativa, diventa importante investire le proprie capacità impegnandosi al massimo nel difficile percorso formativo, sia all’interno del mondo del lavoro che dell’Università, per spendere al meglio i propri talenti e ottenere risultati all’altezza delle aspettative.

In tutto sono 201 i diplomati con 100/100 negli istituti Superiori della provincia di Forlì-Cesena, (essi costituiscono il 7,3% del totale provinciale dei “maturi”, in numero di  2.754, di cui il 59,2% sono di sesso femminile), in particolare: 119 femmine e 82 maschi, suddivisi in numero di 83 (41 femmine e 42 maschi) nel Comprensorio Forlivese e 118 (78 femmine e 40 maschi) in quello Cesenate; 44 di loro hanno ottenuto anche la lode, 17 nel Forlivese e 27 nel Cesenate.

“Con grande piacere ogni anno prendo parte attiva a questa cerimonia – dichiara  Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – che ritengo una delle iniziative più importanti e significative che la Camera promuove nell’ambito della formazione e dei rapporti con i giovani e con la scuola. I motivi di interesse sono, oltre a quello, importantissimo di tener viva la memoria di Roberto Ruffilli, personaggio che i giovani devono ricordare e apprezzare per i suoi meriti e le sue doti di studioso e fine politico, ma anche il fatto che l’iniziativa rientra fra quelle mirate a inviare messaggi di orientamento a chi entrerà all’Università o nel mondo del lavoro, con una solida base e ottimi risultati. Si tratta di 201 ragazzi che hanno dimostrato di sapersi impegnare e sono dotati di entusiasmo e potenzialità che, messi a frutto, contribuiranno certamente allo sviluppo della competitività e dell’attrattività dell’intero Territorio".

DATI - Al termine dell’anno scolastico 2012/2013, gli studenti che hanno conseguito il diploma di maturità sono stati 2.754, di cui il 51,9% sono di sesso femminile. 23 sono stati i maturi privatisti, mentre 16 studenti non hanno superato l’esame (lo scorso anno furono 12), e sono prevalentemente concentrati negli istituti tecnici. L’anno scolastico appena terminato ha fatto registrare una sostanziale stabilità del numero dei maturi (-0,8%), mentre in un’ottica di lungo periodo (1996-2012) si riscontra una flessione del 3,8%.

L’analisi della composizione percentuale dei maturi dall’anno scolastico 1996/97 ad oggi mostra come si siano modificati gli orientamenti dell’educazione secondaria superiore negli ultimi 17 anni in provincia. La serie storica riporta un deciso aumento dell’incidenza dei maturi nei licei e negli istituti magistrali (dal 20,1% dell’anno scolastico 1996/97 al 38,6% del 2013), una flessione degli istituti tecnici (dal 49,7% al 40,1%) e un rilevante ridimensionamento per gli istituti professionali comprensivi dell’istituto d’arte (dal 30,2% al 21,3%).

I licei (classico, scientifico e linguistico) con i loro differenti orientamenti (comprensivi anche degli ex istituti magistrali) coprono il 38,6% dei maturi della provincia. Il rimanente 61,4% si localizza negli istituti tecnici e in quelli professionali. Il 19,8% dei maturi dell’anno scolastico 2012/2013 proviene dal liceo scientifico tradizionale, che rimane l’indirizzo di studi maggiormente frequentato; seguono poi i ragionieri (15,2% del totale), i periti industriali (9,2%), i geometri (4,8% del totale) e i professionisti dei servizi sociali (4,0% del totale maturi).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con riferimento ai diplomi professionali, ivi compreso l’istituto d’arte, l’indirizzo con il maggiore numero di maturi risulta quello relativo ai servizi sociali (18,9% del totale dei diplomi professionali). Seguono l’indirizzo “tecnico informatico” (14,0%) e “servizi turistici” (13,3%). Fra i diplomi tecnici, il più significativo per numero di maturi è quello di “perito commerciale ad indirizzo giuridico ed economico aziendale” (19,3% del totale dei tecnici), seguito da quello di geometri (11,9%) e da “tecnico commerciale indirizzo programmatori” (8,1%). Infine, nell’ambito formativo liceale, prevalente risulta, per numero di maturi, l’indirizzo scientifico tradizionale con il 51,2% del totale dei diplomi conseguiti in tale area. Seguono il liceo di scienze sociali e psico-pedagogiche (21,3%), il liceo linguistico (13,5%) e Il liceo classico tradizionale (6,6%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento