Cambia la sosta in centro storico: gratis dalle 18.30 in poi

In rampa di lancio le novità della sosta annunciate poco prima di Natale dall'Amministrazione comunale all'interno del pacchetto per il sostegno del centro storico. Arriva anche il terzo parcheggio scambiatore

In rampa di lancio le novità della sosta annunciate poco prima di Natale dall’Amministrazione comunale all’interno del pacchetto per il sostegno del centro storico. Nella seduta odierna la Giunta Comunale ha approvato la delibera contenente i provvedimenti, che riguardano la nuova modulazione degli orari della sosta a pagamento (che diventerà gratuita a partire dalle ore 18.30) e l’istituzione del terzo parcheggio scambiatore nei pressi del Cimitero urbano.

“Ora non resta che attendere l’attuazione pratica del provvedimento – riferiscono il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi -. Entro la fine di gennaio saranno adeguati ai nuovi orari tutti i parcometri e la segnaletica delle aree di sosta su strada e, allo stesso tempo, verranno realizzati gli interventi necessari per l’avvio del parcheggio scambiatore nell’area individuata a questo scopo, che è quella di piazzale don Puglisi (a fianco del cimitero urbano, a Ponte Abbadesse): in particolare, sarà collocata una nuova fermata bus dotata di pensilina e di palina a messaggio variabile di fronte a piazzale don Puglisi e sarà realizzato un passaggio pedonale di collegamento fra il piazzale e la nuova fermata bus. Un intervento analogo, con realizzazione di un marciapiede per la fermata bus sarà realizzato sul lato opposto della strada, destinata soprattutto ad accogliere i viaggiatori di ritorno. Da sottolineare, inoltre, che per garantire la possibilità di parcheggiare a chi si reca in visita al cimitero, sarà istituita la sosta regolata con disco orario, per un tempo massimo di 120 minuti, nel parcheggio di piazzale padre Balducci (davanti all’ingresso principale del cimitero urbano). Completa il quadro dei provvedimenti adottati la previsione di installare, nel giro di pochi mesi, in tutti e tre i parcheggi scambiatori bigliettatrici automatiche che rilasceranno i titoli di viaggio al costo simbolico di 10 centesimi. La decisione è stata presa per razionalizzare l’organizzazione e anche garantire un maggior controllo sul corretto utilizzo del servizio. La formula “parcheggio gratuito + bus navetta” resterà la stessa: il biglietto, obliterato con la data del giorno di acquisto, sarà valido per l’intera giornata sull’intero percorso delle linee 4-5-6”.

Queste modifiche al Piano della Sosta rientrano, come si ricorderà in un ventaglio più ampio di interventi tesi a favorire i cittadini, gli operatori economici in un’ottica di sostegno al centro storico. Ad esempio, la scelta di spostare in orario serale la gratuità della sosta, anziché nella fascia oraria 12.30-14.30, è stata compiuta alla luce della tendenza che vede i fruitori del centro ricercare una maggiore disponibilità commerciale nella fascia che va dal tardo pomeriggio alla prima serata.

La rimodulazione degli orari della sosta, quindi, vuole incoraggiare un’analoga rimodulazione degli orari degli esercizi commerciali legata al tardo pomeriggio-prima serata, sulla scia delle possibilità introdotte dalla liberalizzazione delle aperture contenuta nella manovra finanziaria del Governo Monti. A questo proposito specificano il Sindaco Lucchi e l’Assessore alle Imprese e allo Sviluppo del Territorio Matteo Marchi: “La norma relativa a questa liberalizzazione fa riferimento al dovere da parte degli Enti locali di adeguare i propri ordinamenti alla nuova normativa e si collega al fatto che, in vari casi, i Comuni non hanno attuato le prescrizioni già contenute a suo tempo nel decreto Bersani, il quale prevedeva la caduta di tutte le limitazioni all’attività commerciale (contingentamenti numerici, distanze minime, ecc.). Da parte sua, il Comune di Cesena ha da tempo ottemperato a questo obbligo, quindi possiamo considerare la liberalizzazione del governo Monti direttamente attuativa. Questo non significa che a Cesena abbiamo vissuto passivamente l’importante novità introdotta. È stato, infatti, sottoscritto un patto di indirizzo fra Comune, Associazioni di categoria e la grande distribuzione maggiormente presente nel territorio, volto a evitare una situazione di completo far west, cercando anzi di trarre alcuni vantaggi. In particolare, nel documento si conviene che nel periodo estivo, vista la scarsa appetibilità commerciale, risulta poco conveniente andare verso una apertura continuativa degli esercizi commerciali, così come si riconosce l’importanza delle festività considerate “identitarie”: il 1 gennaio, Pasqua, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, Natale e Santo Stefano. Infine, si è concordato l’impegno comune a convogliare messaggi di promozione della città attraverso i singoli canali di comunicazione: in questo modo ogni soggetto, nello svolgere la propria attività di comunicazione, trasmetterà anche un messaggio promozionale dell’intera città. Si tratta del primo accordo di questo tipo, in cui tutti i soggetti – Comune, Associazioni di categoria e GDO – convergono in un progetto comune di promozione della città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento