Cronaca

Caffè al bancone e ristoranti al chiuso, giugno un mese con maggiori libertà

Dal 7 giugno il coprifuoco slitterà a mezzanotte, dal 14 giugno l'Emilia Romagna in zona bianca

Giugno si candida a mese di maggiore libertà. Da martedì 1 giugno scatta infatti il via libera alla possibilità di mangiare nei ristoranti anche al chiuso, secondo le tempistiche diffuse dal governo le scorse settimane. Sempre dalla stessa giornata cadono le restrizioni che fino ad oggi impedivano di bere il caffè e fare colazione al bancone del bar. Per tutte le attività resta il limite di orario del coprifuoco, che ancora scatta alle 23 fino a domenica 6 giugno compresa. Dal 7 giugno il coprifuoco slitta a mezzanotte.

Lo “scatto” era previsto dal decreto Riaperture e coincide, tra l’altro, con l’ingresso in zona bianca di tre regioni: Sardegna, Friuli e Molise. Per l'Emilia-Romagna sarà invece necessario aspettare fino al 14 giugno e la conferma della discesa della curva del contagio da Coronavirus. Con queste premesse, la riapertura di bar e ristoranti anche al chiuso non solo rilascia una boccata di ossigeno per gli operatori che a oggi sono stati costretti a mantenere l’asporto, ma sembra segnare l’inizio “ufficioso” della stagione estiva. Il decreto legge dello scorso 18 maggio ha inoltre di fatto eliminato il riferimento al numero massimo di commensali non conviventi che possono sedere al tavolo, istituendo solo l’obbligo di indossare la mascherina quando non si è seduti al tavolo e la distanza di un metro tra i clienti di tavolo diversi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffè al bancone e ristoranti al chiuso, giugno un mese con maggiori libertà

CesenaToday è in caricamento