Buono, sano e naturale: ecco il pane a Qualità Controllata

Il Pane a qualità controllata e – da quest’anno – anche i grissini e le tigelle sono prodotti con tecniche interamente artigianali e materie prime di assoluta qualità

Buono, sano e naturale. E’ il Pane a Qualità Controllata, garantito dal marchio QC della Regione Emilia-Romagna, che da oggi potrà essere più facilmente acquistato grazie a una mappa dei forni che lo producono consultabile online sul sito della Regione (https://www.ermesagricoltura.it/La-pagina-del-consumatore/Il-pane-QC). Il Pane a qualità controllata e – da quest’anno – anche i grissini e le tigelle sono prodotti con tecniche interamente artigianali e materie prime di assoluta qualità.

Ciò significa: farine emiliano-romagnole poco raffinate per garantire un adeguato apporto di fibre, proteine, vitamine;  sale iodato (ma in una percentuale  ridotta del 50%, in linea con le raccomandazioni del Ministero della Salute); olio extravergine d’oliva; nessun ricorso a congelamento o surgelazione; totale assenza di additivi e di agenti chimici per la lievitazione che è esclusivamente a base di lievito madre, bighe e pasta di riposto. Il tutto garantito da materie prime sicure per l’ambiente e per la salute perché  prodotte secondo i disciplinari di produzione integrata. La ricetta prevede anche pezzature non troppo piccole, in genere superiori ai 200 grammi, per garantire una maggiore morbidezza, una migliore conservazione e dunque anche minor spreco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì è stato firmato l’accordo per la produzione di pane QC, valido per il triennio 2012-2014, tra le associazione dei panificatori (Unione regionale panificatori, CNA, Confartigianato), le imprese molitorie e le organizzazioni dei produttori cerealicoli. Già 70 nel 2011 i forni aderenti al progetto, per una produzione che ha superato i 2 mila quintali. “Parliamo di una pane di alta qualità destinato a un consumatore attento, che cerca  prodotti sani, naturali e a chilometro  zero – ha spiegato l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni - un pane  della salute potremmo dire, che  valorizza il grano del nostro territorio  e il lavoro di tutta la filiera”. Il marchio Qualità Controllata è un marchio della Regione Emilia-Romagna riconosciuto anche dalla Unione Europea che prevede controlli terzi lungo l’intera filiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento