Ecco le buone pratiche in gravidanza e coi bambini piccoli: le raccomandazioni

Le buone pratiche per affrontare la gravidanza e i primi anni di vita del bambino. E proprio di questo si parlerà nel progetto di prevenzione e promozione alla salute

Le buone pratiche per affrontare la gravidanza e i primi anni di vita del bambino. E proprio di questo si parlerà nel progetto di prevenzione e promozione alla salute che si svolgerà sabato (dalle 9 alle 13) in piazza Giovanni Paolo II dal titolo "Pensiamoci prima" e organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, l'Azienda Ausl della Romagna, col patrocinio del Comune.

Ecco il decalogo delle buone pratiche per la gravidanza e i primi anni di vita:

Mangiate bene, molta frutta e verdura e soprattutto assumete, nei mesi precedenti al concepimento, acido folico, una vitamina che si trova in quantità nelle foglie verdi degli ortaggi ma esiste anche in compresse. 

Astenetevi dalla sigaretta anche se avete in mente di concepire un bambino. Non fumare sia prima che durante la gravidanza permette di evitare il basso peso neonatale, la prematurità, la presentazione podalica, e soprattutto diminuire la mortalità perinatale. 

Evitate alcolici e superalcolici. L'alcol può essere tossico anche durante l'allattamento. 

Praticate attività fisica per evitare un eccessivo incremento del peso durante la gravidanza che può portare a complicanze ostetriche. Nell'ultimo periodo della gravidanza effettuate passeggiate. 

Vaccinatevi contro l'influenza prima dell'epidemia invernale (per le donne gravide sane la somministrazione è indicata nel secondo/terzo trimestre mentre per le donne gravide con patologie è sempre indicata) e contro la pertosse in qualunque stagione dell'anno (raccomandato durante il terzo trimestre per trasferire al massimo gli anticorpi materni al bambino). 

Allattate il vostro bambino al seno. Il latte materno è in grado di proteggere il bambino da molte malattie come le infezioni gastrointestinali, le infezioni delle prime vie respiratorie e l'obesità. 

Fate ascoltare musica al vostro bambino, leggete dei libri, giocate con lui coi numeri. Sono azioni piacevoli che lo faranno crescere meglio favorendo lo sviluppo cognitivo. 

Somministrate le vaccinazioni raccomandate ai vostri figli. Solo quando una malattia è scomparsa dall'intero pianeta è possibile sospendere la vaccinazione. Se tutti si vaccinano, il meccanismo, detto immunità di gregge, porta a una fortissima riduzione dei casi o addirittura alla scomparsa della malattia. 

Fate attenzione ai pericoli che si nascondono in casa. Acquistate dei paraspigoli per tavoli, riponete detersivi o altri liquidi nocivi ad altezze in cui loro non possono arrivare, non lasciate finestre aperte se non siete in grado di controllare i vostri figli. Questi sono solo alcuni dei pericoli che possono provocare guai seri. Gli operatori presenti sabato 23 settembre in piazza Paolo II daranno consigli utili.

In auto allacciateli sempre al seggiolino. Un bambino legato ha il 90% di probabilità in meno di subire lesioni gravi o mortali in un incidente automobilistico. La prevenzione fatta in questi anni è servita. Gli incidenti stradali sono passati a essere la 15esima causa di morte infantile. Solo qualche anno fa erano la quinta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento