Botti di capodanno: Sogliano si affida al buon senso, Borghi li vieta

In occasione dei festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo, si pone come sempre il problema di limitare l’uso indiscriminato dei “botti” di fine anno

In occasione dei festeggiamenti per l’arrivo dell’anno nuovo, si pone come sempre il problema di limitare l’uso indiscriminato dei “botti” di fine anno. Anche quest'anno il Comune di Sogliano al Rubicone si appellerà al buonsenso dei cttadini: "Il 31 dicembre - evidenzia l'amministrazione comunale - divertiamoci senza nuocere agli altri, festeggiando senza utilizzare o limitando i "botti di capodanno", che recano preoccupazione e danno alle persone e agli amici a quattro zampe. Dimostriamo quello che siamo sempre stati, dei cittadini civili e rispettosi degli altri".

"Molti Comuni - viene ricordato - impongono con una ordinanza specifica di impedire i botti, ma molti altri sono convinti che più che una norma serva il buonsenso, che è superiore a qualsiasi legge. L'ordinanza infatti è applicabile solo a parole, e non si è mai dimostrata un deterrente. Pertanto questo fine anno a Sogliano non ci sono ordinanze, l'unico modo efficace è rivolgersi direttamente alla sensibilità delle persone, soprattutto ai giovani: non è la repressione che genera il rispetto, ma il senso di civiltà di ognuno di noi".

A Borghi è stata emessa un'ordinanza al "contrasto al disturbo derivante dall’uso di artifici pirotecnici nel corso delle manifestazioni autorizzate e degli assembramenti spontanei nel territorio comunale in concomitanza con i festeggiamenti del nuovo anno. Sarà valida dalle ore 21:00 di lunedì alle 6 di martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento