Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Botte alla madre ottantenne, la polizia sfonda la porta per salvarla

L'intervento della volante della Polizia è stato provvidenziale. I poliziotti, infatti, sono arrivati giusto in tempo per sfondare la porta e salvare un'anziana

L'intervento della volante della Polizia è stato provvidenziale. I poliziotti, infatti, sono arrivati giusto in tempo per sfondare la porta e salvare un'anziana di circa 80 anni, che si trovava a terra, sotto i colpi inferti dalla figlia, 50enne. Una scena terribile che ha avuto fine grazie al sopraggiungere degli uomini del Commissariato di Cesena, allertati da un cittadino allarmato dalle urla che provenivano da quell'appartamento, già al centro dell'attenzione delle forze dell'ordine.

E' accaduto intorno alle 16,30 di mercoledì. L'intervento della volante ha preceduto di poco un altro intervento programmato di un altro ufficio del Commissariato, quello della tutela contro le violenze contro le donne e in famiglia dell'Anticrimine. Dopo un monitoraggio della situazione, infatti, la Polizia aveva già ottenuto dall'autorità giudiziaria un provvedimento di allontanamento della 50enne - già protagonista di violenze nei confronti degli anziani genitori - e lo avrebbe notificato di lì a breve. 

Quando la 50enne è stata arrestata in flagranza ancora non sapeva che le era stato imposto il divieto di avvicinarsi alla casa dei genitori. Ora, oltre al divieto, dovrà sottostare anche alla detenzione, dal momento che è stata arrestata e portata in carcere a Forlì. Secondo quanto ricostruito dal Commissariato di Polizia la donna, con precedenti per droga e reati contro il patrimonio, la 50enne abitualmente si accaniva contro i genitori, in particolare per effetto della sua tossicodipendenza. L'anziana è stata soccorsa dal 118, ha riportato lividi e contusioni guaribili in dieci giorni, con lesioni delle costole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla madre ottantenne, la polizia sfonda la porta per salvarla

CesenaToday è in caricamento