menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passanti stanano una borseggiatrice con le mani da velluto: l'encomio del sindaco di Bagno

Per la donna, una rumena di 39 anni residente a Bologna, sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima ed è già stato emesso un foglio di via del Questore

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini esprime il proprio plauso per la pronta e proficua collaborazione innescata mercoledì tra due cittadini ed i Carabinieri, che ha permesso di sgominare una borseggiatrice in azione e di permetterne l’immediato arresto. “A nome della comunità - dichiara il sindaco - intendo esprimere un sentito ringraziamento ed un encomio ai due cittadini del nostro Comune che con coraggio e prontezza di riflessi sono intervenuti bloccando una ladra mentre stava borseggiando tra il pubblico del mercato settimanale a San Piero”.

“L’allerta - continua il primo cittadino - è stata possibile proprio grazie alla avvedutezza di un esercente locale, che, insospettita dall’atteggiamento della ladra nell’utilizzare la toilette del proprio esercizio, ha immediatamente controllato i locali scoprendo l’abbandono di un portafogli deprivato del denaro. Con una immediata prontezza di riflessi, l’imprenditrice ristoratrice ha rincorso con coraggio la ladra, che ha bloccato grazie all’aiuto di un concittadino di origini marocchine, che a sua volta è intervenuto dando man forte alla prima”.

I due concittadini hanno poi accompagnato la borseggiatrice alla stazione dell’Arma dei Carabinieri di San Piero, ove i militari hanno potuto identificare e ammanettare la ladra.I Carabinieri hanno poi attivato immediatamente la procedura conseguente all’arresto. Per la donna, una rumena di 39 anni residente a Bologna, sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima ed è già stato emesso un foglio di via del Questore con il divieto di recarsi nel territorio comunale di Bagno di Romagna per 3 anni.

“Un gesto assolutamente non scontato – precisa Baccini – quello che i nostri concittadini hanno messo in pratica mercoledì, quando spesso i telegiornali ci mostrano scene di indifferenza anche verso situazioni ben più gravi. Oltre all’indubbio coraggio ed avvedutezza, l’intervento dei due cittadini rappresenta un esempio di partecipazione civica attiva, che auspichiamo sia da stimolo a tutta la comunitài, oltre che un esempio di come la collaborazione tra cittadini di origini diverse possa raggiungere ottimi livelli di integrazione culturale”.

“Un ringraziamento va anche al Corpo dell’Arma dei Carabinieri che è prontamente intervenuto rendendo possibile l’immediato arresto della borseggiatrice. A questo riguardo, vorrei anche ribadire il buon lavoro di squadra portato avanti dalla Prefettura, dalla Provincia di Forlì-Cesena, dal Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e dall’Amministrazione Comunale, che ha reso possibile la riapertura della Caserma dei Carabinieri di San Piero, che si conferma essere un presidio necessario per la tutela del nostro territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento