Cronaca

Marcello Borghetti (Uil): "Investimenti in Romagna per un lavoro di qualità"

"L’obiettivo vuole proporre alcune riflessioni sulla correlazione fra qualità dello sviluppo e qualità del lavoro, collegamento che purtroppo sfugge anche a chi ruoli di Governo nel territorio"

Uil Cesena ha organizzato giovedì scorso un dibattito nel corso della nota trasmissione Ping Pong in onda su Teleromagna, con rappresentanti del mondo istituzionale e associativo. Il titolo: “Il lavoro calpestato”. 

Spiega Marcello Borghetti, Segretario CST UIL Cesena: "L’obiettivo vuole proporre alcune riflessioni sulla correlazione fra qualità dello sviluppo e qualità del lavoro, collegamento che purtroppo sfugge anche a chi ruoli di Governo nel territorio. Lavoro di bassa qualità significa, per Uil Cesena, un modello di sviluppo di basso livello. Mentre industria 4.0 e la globalizzazione ponevano nuove sfide per competizione e occupazione, ora si porta avanti un’idea di sviluppo che insegue la contrazione del costo del lavoro e quindi della retribuzione, dei diritti e della sicurezza sul lavoro. Lo confermano i dati sull’eccessivo utilizzo del lavoro precario, sulla scarsa propensione alla contrattazione, soprattutto in quella di secondo livello e in particolare nei nostri territori. Ma anche nella malsana idea di sostenere o subire, in qualche modo, gli appalti al massimo ribasso. In questo modello di sviluppo non potrà esserci valorizzazione del lavoro, tanto meno dei giovani, a partire da quelli laureati che saranno costretti ad andarsene. Senza considerare che una politica di redditi bassi non ha nessuna visione di prospettiva e creerà problemi a qualsiasi settore merceologico". 

"Il tema è un vero rilancio del lavoro, dell’occupazione di qualità, della redistribuzione, della sicurezza sul lavoro e della qualità di un modello di sviluppo competitivo, passi fondamentali per l’emancipazione del tessuto sociale e il benessere diffuso. Per questo motivo serve ragionare, come da tempo insistiamo come Uil, su una produttività di sistema e di azienda, che è cosa diversa dall’antica e pericolosa ricetta di produttività sui ritmi di lavoro. Perciò serve insistere su investimenti infrastrutturali propedeutici ad attirare e rimettere in moto gli investimenti in azienda o in aziende sempre più in rete per una collaborazione fra loro.  Per questo gli investimenti previsti con Next Generation Eu sono, dopo quelli del dopoguerra, un’occasione storica, unica e irripetibile. Sono risorse fondamentali per una progettualità del territorio cesenate che a livello infrastrutturale, guardi alle esigenze dell’area metropolitana romagnola. Per riuscire a rivendicare le risorse necessarie, serve un’unione di intenti che vada oltre gli interessi di campanile. Siamo di fronte ad una grande opportunità che non può essere persa, ma che non ammette troppe tattiche. Bisogna essere consapevoli che siamo di fronte ad uno svincolo e dobbiamo essere consapevoli che il “se non ora” probabilmente diventerà un” mai più”.  

"Serve uscire allo scoperto con grandi progetti e ne vogliamo citare alcuni: E45, collegamenti moderni fra E45/14/porti e aeroporti; collegamenti veloci con la costa; infrastrutture digitali, metropolitana di costa.  Non portare a casa nulla sarebbe un fallimento per i territori romagnoli. Il rischio è che i rappresentanti istituzionali non si coalizzino, neppure ci provino, finendo per non essere uditi da un Governo che pare distante anni luce dai territori e che difficilmente vede la Romagna, in una Regione dove è inutile negarlo, la politica ha storicamente drenato tante risorse sul versante Emiliano, in una logica bolognacentrica. Una logica sbagliata che penalizza l’intera regione e che va modificata con atti di coraggio collettivo che rivendichino la nostra parte. L’obiettivo è un lavoro inclusivo di qualità e che guardi con speranza al futuro. A tutti è data la possibilità di essere dalla parte del cambiamento da protagonisti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcello Borghetti (Uil): "Investimenti in Romagna per un lavoro di qualità"

CesenaToday è in caricamento