Cronaca

Bis alla Mostra del Cinema di Venezia: "Sogno di vivere da attrice, ma per ora lavoro come responsabile marketing"

E' la seconda volta che partecipa alla Mostra del Cinema di Venezia e, dopo il debutto dello scorso anno col film "Est", l'attrice cesenate Beatrice Balzani ritorna al festival con l'anteprima mondiale del trailer di "Da una corsa in bicicletta"

E' la seconda volta che partecipa alla Mostra del Cinema di Venezia e, dopo il debutto dello scorso anno col film "Est", l'attrice cesenate Beatrice Balzani ritorna al festival con l'anteprima mondiale del trailer di "Da una corsa in bicicletta", regia di Luciano Silighini Garagnani, film che racconta la storia della vita dell’onorevole Gianfranco Librandi.

"L'emozione è sempre altissima, il festival ti dà l'opportunità di abbracciare l'arte a 360 gradi - spiega Beatrice - Per esempio ho partecipato all’anteprima mondiale del docufilm “Becoming Led Zeppelin” dove ho potuto incontrare Jimmy Page, chitarrista dell’iconico gruppo rock. Incredibile, oltre ad avere davanti uno che ha fatto la storia della musica io sono una gran fan dei Led Zeppelin: è stata un'emozione unica".

Beatrice che studi hai fatto per diventare attrice?

Beh, il mio sogno sarebbe di vivere da attrice ma ancora non ci riesco. E quindi ho un bellissimo lavoro come responsabile marketing in un'azienda. I miei studi sono iniziati un po' di anni fa. Sono allieva del centro cinema e teatro "La valigia dell'attore" di Samuele Sbrighi di Santarcangelo di Romagna che sta formando moltissimi attori ed è una gran bella scuola. Poi ho studiato a Los Angeles facendo corsi intensivi di recitazione e ho studiato alla Paolo grassi.

E' una passione che hai fin da piccola?

Assolutamente sì. Già all'età di 4 anni andavo sopra il tavolo a raccontare le barzellette. E quando mi chiedevano che lavoro volevo fare, senza nessun dubbio, dicevo l'attrice.

Hai un'attrice a cui ti ispiri?

Emma Stone mi piace moltissimo. Mi piacciono le attrici che non sono interessate a "venir bene in camera" ma a tirar fuori la verità, a essere autentiche. Quello che mi piace è riuscire attraverso gli esercizi sulla mia memoria emotiva a ripescare una verità dei personaggi da portare in scena. Amo moltissimo recitare perché imparo molte cose di me, mi fa crescere e andare in profondità.

Parlami di questo film

Io nel film sono la madre del protagonista, Gianfranco Librandi, quindi mi sono dovuta sottoporre anche a un intervento pesante di invecchiamento. Il messaggio che vuole trasmettere il film è molto importante. Spinge a non darsi mai per vinti nella vita e fa capire che si deve imparare a lottare con tutte le proprie forze per ottenere un futuro migliore. Esattamente come fa il protagonista Gianfranco, che appena dodicenne, in una situazione di estrema povertà, decide di aiutare la sua famiglia andando a distribuire il pane fresco alla mattina con la sua bicicletta. Lavorando sodo tutta la vita, si è così costruito la propria strada e la propria identità nel mondo e questo è un bellissimo esempio da trasmettere anche alla nostra generazione.

Il film dove verrà trasmesso?

So che uscirà in ottobre su Amazon Prime e probabilmente parteciperà anche al festival di Berlino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bis alla Mostra del Cinema di Venezia: "Sogno di vivere da attrice, ma per ora lavoro come responsabile marketing"

CesenaToday è in caricamento