Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Bimbo di 2 anni ricoverato al Bufalini e morto al Sant'Orsola, l'esposto dei genitori che chiedono risposte

La volontà dei genitori è infatti quella di accertare le cause del decesso del bambino attraverso un'autopsia "terza"

Una vicenda dolorosa che ha sconvolto una mamma e un papà che hanno perso un figlio di appena due anni (li avrebbe compiuti il 24 luglio), il piccolo Diego Georgiev. Dopo un ricovero all'ospedale Bufalini, ed il trasferimento all'ospedale Sant'Orsola di Bologna, il bambino è purtoppo spirato. Numerose le ipotesi avanzate sulla causa della morte. Mamma e papà, Angel e Vania, di origine bulgara ma da una vita nel nostro Paese, chiedono chiarezza.

Una tragedia successa lo scorso 18 giugno, su cui i genitori che vivono a Gambettola, vogliono togliere ogni dubbio. La volontà dei genitori è infatti quella di accertare le cause del decesso del bambino attraverso un'autopsia "terza" chiedendo alla procura di nominare un consulente tecnico. I dubbi e le perplessità della famiglia si snodano in particolare sulle ultime ore di vita del bambino, che secondo i genitori, avrebbe potuto essere trasferito con maggiore celerità nel più attrezzato (per il caso specifico) ospedale Sant'Orsola. Per questo, per fare piena luce sui fatti, la famiglia ha deciso di affidarsi a Studio3A-Valore S.p.A, specializzato in casi di questo tipo, e di sporgere denuncia, lunedì 21 giugno, nella stazione dei carabinieri di Cesena. 

Il bambino non aveva accusato fino a quel momento particolari patologie, riferisce la famiglia, il calvario è iniziato lunedì 14 giugno quando il piccolo ha accusato una febbre che sembrava di passaggio. Tanto che martedì il malanno sembrava già alle spalle, ma mercoledì la situazione è peggiorata con la febbre alta, la corsa dal Pediatra, e poi la decisione dei genitori di portare il bambino al Pronto Soccorso del Bufalini. Il piccolo continuava anche ad accusare crisi di vomito, tanto che si era resa necessaria una flebo per reintegrare i liquidi.

La situazione è precipitata giovedì pomeriggio con la febbre sopra i 39 gradi. I medici hanno paventato possibili problemi legati al cuore e hanno informato la famiglia che l'indomani (venerdì) il bambino sarebbe stato trasportato al Sant'Orsola di Bologna alle ore 7 di mattina.

Un trasferimento che invece, afferma la famiglia, avverrà non prima delle 11:30. Proprio su questo punto si snodano i dubbi dei genitori su eventuali responsibilità dei sanitari dell'ospedale cesenate, il bambino avrebbe potuto e dovuto essere trasferito prima?  Al Sant'Orsola i medici spiegano subito ai genitori che le condizioni erano estremamente critiche.

Il piccolo avrebbe dovuto essere sottoposto ad un delicato intervento al cuore programmato per la sera stessa, ma Diego in sala operatoria non ci arriverà: morirà infatti alle 19.30, lasciando la famiglia nel dolore e nello sconforto, quella stessa famiglia che ora vuole la massima chiarezza sulla tragedia. 

L'Ausl Romagna fa sapere di aver già avviato, attraverso i vertici aziendali, delle verifiche interne, come avviene quando accadono episodi di questo tipo. L'azienda sanitaria è inoltre pronta alla massima collaborazione con la magistratura nell'ambito di future indagini sul caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo di 2 anni ricoverato al Bufalini e morto al Sant'Orsola, l'esposto dei genitori che chiedono risposte

CesenaToday è in caricamento