Verso il bilancio 2018: le associazioni puntano su semplificazione, sicurezza e rispetto delle regole

Intorno al tavolo, per il Comune c’erano il sindaco Paolo Lucchi, il vicesindaco Carlo Battistini e il Csapo di Gabinetto Matteo Marchi

Semplificazione, sicurezza, rispetto delle regole, contenimento della pressione tributaria, ma anche sviluppo di nuovi progetti in grado di far crescere la città. Molta la carne messa al fuoco mercoledì mattina in occasione del secondo incontro fra Amministrazione comunale e Associazioni d’impresa per la predisposizione del bilancio preventivo 2018. Intorno al tavolo, per il Comune c’erano il sindaco Paolo Lucchi, il vicesindaco Carlo Battistini e il Csapo di Gabinetto Matteo Marchi mentre, per quanto riguarda le associazioni, erano presenti Antonella Vendemini (Confagricoltuta Forlì-Cesena e Rimini), Pier Lorenzo Cappelli (Confindustria Forlì-Cesena), Angelo Spanò (Confesercenti cesenate), Piergiorgio Matassoni (Cna Forlì-Cesena), Maddalena Forlivesi (Rete Pmi Romagna), Gian Piero Placuzzi (Confartigianato).

"Il confronto - riferiscono sindaco e vicesindaco - si è subito focalizzato sulle scelte politiche che caratterizzeranno il bilancio 2018 e sugli effetti che produrranno per le imprese per allargarsi poi ad altri aspetti. Con le Associazioni abbiamo convenuto sulla necessità di continuare a tenere sotto controllo la pressione fiscale, che già ora è una delle più basse in Emilia – Romagna, di proseguire nell'impegno per contenere la spesa pubblica, di confermare forme di incentivo a sostegno delle nuove imprese e dell’occupazione". Sul versante degli investimenti, l’amministrazione ha ribadito la volontà di garantirne l’adeguatezza per rispondere alle esigenze della città. Una particolare attenzione è stata dedicata anche al tema della videosorveglianza, sia con la volontà comune di diffonderla sempre di più anche all'interno delle imprese, per la loro stessa tutela, sia con l'obiettivo di favorire l'incrocio dei dati disponibili all'interno della rete di videosorveglianza pubblica, con quella privata. Non sono mancate le anticipazioni sui programmi futuri.

"Fra le idee su cui stiamo lavorando in vista del prossimo bilancio - segnalano il sindaco Lucchi e il vicesindaco Battistini - c’è un ragionamento complessivo sulla riorganizzazione dei luoghi della cultura cesenati, su cui si sta già sviluppando un dibattito più complessivo. Ma pensiamo anche a progetti per la rete dei principali impianti sportivi in ottica di maggiore attrattività legata anche alla capacità di ospitare eventi, per le gallerie del centro storico, per la rete delle attività artigianali e commerciali nelle frazioni”.

"Questa impostazione - continuano gli amministratori - ha raccolto un sostanziale apprezzamento da parte delle associazioni che, dal canto loro hanno avanzato alcune richieste ben precise, che vanno oltre la predisposizione del bilancio. In primo luogo ci hanno chiesto di avviare un'operazione di largo respiro, anche da un punto di vista culturale e sociale, che porti al recupero e al consolidamento di valori fondanti, come quello della legalità e del rispetto delle regole. Ma, soprattutto, ci è stato chiesto di attivare quanto prima un luogo di confronto tra tutti i Comuni del cesenate e le Associazioni d'impresa, con lo scopo di mettere a confronto tra di loro le buone pratiche che caratterizzano il Comune di Cesena, anche grazie all’impegno di questi anni che ci ha visti lavorare insieme e concretizzare politiche condivise e virtuose, su temi quali la sburocratizzazione e la valorizzazione delle imprese del nostro territorio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

Torna su
CesenaToday è in caricamento