Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Arrivano i soldi per l'ala Est della Malatestiana, Lucchi: "Sempre più il fulcro della cultura"

La somma di 1,2 milioni assegnata dalla Regione consentirà di coprire oltre il 40% delle spese per il recupero del terzo lotto della Malatestiana

L’amministrazione comunale di Cesena esprime grande soddisfazione per il finanziamento di 1 milione e 200mila euro che la Regione ha destinato per il terzo lotto della Biblioteca Malatestiana, e si prepara a mettere in moto al più presto le procedure necessarie per realizzare i lavori entro il 31 dicembre 2019, termine fissato per beneficiare del contributo.

 “In realtà – ricordano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Cultura Christian Castorri – la macchina amministrativa era già partita nella primavera scorsa, quando abbiamo approvato il progetto preliminare, indispensabile per concorrere ai contributi messi a disposizione nel programma strutturale del Por-Fesr, linea di finanziamenti europei veicolati attraverso le regioni. Ma ora che abbiamo la certezza del contributo accelereremo il passo, anche grazie alla collaborazione dell’assessore ai Progetti europei Francesca Lucchi e dell’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, che si erano già impegnate nei mesi scorsi”.

“E’ quasi superfluo sottolineare - proseguono il sindaco Lucchi e l’assessore Castorri – che consideriamo il terzo lotto della Malatestiana un progetto strategico per Cesena, non solo perché permetterà di completare il recupero dell’edificio storico più importante della città, ma perché sancirà il ruolo della Malatestiana come cuore pulsante del sistema culturale cittadino, in grado di coniugare armonicamente il suo illustre passato con le sfide del futuro, in linea con il percorso tracciato per l’adiacente Palazzo Bufalini, che diventerà un laboratorio aperto per l’innovazione culturale proprio grazie al contributo di 1,6 milioni sempre messo a disposizione dai  finanziamenti del Por-Fesr. A questo punto  ci pare doveroso ringraziare la Regione per averci messo a disposizione queste consistenti risorse, che ci consentiranno di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati”.

I LAVORI - La somma di 1,2 milioni assegnata dalla Regione consentirà di coprire oltre il 40% delle spese per il recupero del terzo lotto della Malatestiana, stimate  intorno a 2 milioni e 800mila euro.  Secondo il progetto approvato nei mesi scorsi dal Comune, l’intervento riguarderà il recupero e la riqualificazione dei due piani dell’ala est (alla destra dell’ingresso principale) per il momento in gran parte inaccessibili e chiusi al pubblico. Gli ambienti così recuperati – per una superficie complessiva di circa 1400 metri quadrati -  saranno destinati particolarmente a irrobustire due funzioni del complesso bibliotecario. Da un lato, con la nuova disponibilità di spazi verranno ampliate le dimensioni della Biblioteca Ragazzi, rafforzandone la proposta e le attività.

Dall’altro, offrirà maggior respiro alla mediateca e alle attività legate alla cultura del cinema e dell’immagine, mettendo a disposizione nuovi ambienti e dotazioni tecnologiche adeguate (postazioni multimediali, schermi interattivi, ecc) non solo per la fruizione dei materiali audiovisivi, ma anche per le sperimentazioni  legate alla produzione e all’utilizzo di tecniche visuali e di montaggio.  Inoltre, è prevista una sala cinema altamente tecnologica,  da 50 posti, con palco e sedute mobili, da utilizzare soprattutto per attività di laboratorio, proiezioni, spettacoli, seminari.  Nell’ambito del progetto è compreso anche la costruzione di un ascensore nell’ala ovest, che si affiancherà a quello già realizzato nell’ala centrale. Naturalmente, sia i materiali che le tecniche di intervento saranno rigorosamente rispettosi della storia e della tipologia dell’edificio, cercando di preservare integralmente le parti più rappresentative di valorizzarne gli elementi architettonici principali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i soldi per l'ala Est della Malatestiana, Lucchi: "Sempre più il fulcro della cultura"

CesenaToday è in caricamento