"Ben-essere insieme", Avis chiama a raccolta le associazioni: parte il ciclo di incontri

Entro la fine del 2019 Avis organizza tre incontri dal titolo "Ben-essere insieme: Attenzione, costruire con cura" in collaborazione ad altre associazioni ed enti del territorio

Tutti vogliamo stare bene, primo perché stare male non è un gran piacere, eppoi - anche se molto spesso non ci pensiamo - perché se stiamo male diventiamo un problema per la società e anche un costo. Come dire, il diritto alla salute di ognuno diventa bene comune per molti. 

Quindi promuovere politiche per stare bene, incentivare la prevenzione più che la cura è un dovere che spetta a tutte le associazioni che si occupano di salute. Per questo motivo entro la fine del 2019 Avis Cesena organizza tre incontri dal titolo "Ben-essere insieme: Attenzione, costruire con cura" in collaborazione ad altre associazioni ed enti del territorio che si occupano di salute, sia fisica che mentale. Sono incontri pensati per sia per creare spazi di condivisione e conoscenza reciproca tra associazioni del territorio, sia per sensibilizzare gli utenti finali su aspetti concreti della salute attuali e importanti.

La prima serata si svolgerà martedì 22 ottobre alla sala Avis di via Serraglio, dalle 20.30, e avrà come titolo "Sto Bene per noi" e vedrà la collaborazione tra Avis e Acistom. L'obiettivo è far riflettere sull'importanza dell'idea di benessere che passa sia dall'imparare a prendersi cura di se stessi sia dall'imparare a prendersi cura dell'Altro, chiunque esso sia.

Stare bene, quindi, diventa una forma di responsabilità sociale che, se vissuta con consapevolezza, diventa un impegno fondamentale nella quotidianità di ognuno di noi. La serata vedrà la partecipazione dell'assessora ai servizi per le persone e le famiglie Carmelina Labruzzo,Angela Torella, psicologa e specializzanda in psicologia della Salute, Aldo Terracciano, psicologo e socio fondatore di SAIPS, Paola Pier, direttore sanitario Avis Cesena, Mauro Palazzi, direttore U.O. Epidemiologia e Comunicazione e responsabile Centro Screening Oncologici Cesena e Nicoletta Tozzi professional coach e mental training.

Gli altri due incontri si svolgeranno tra novembre e dicembre e uno tratterà la ludopatia, la dipendenza dal gioco d'azzardo ma, soprattutto, un disturbo incontrollabile che in alcuni casi porta a vere tragedie familiari. Per l'altro si stanno ancora mettendo a punto gli ultimi dettagli ma potrebbe riguardare una patologia come la leucemia, tumore del sangue, la cui incidenza cresce ma, fortunatamente, crescono anche le cure per contrastarla. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento