rotate-mobile
Cronaca

Barriera Cavour, nuova vita per il fabbricato di Ponente: il Comune lancia un bando per le proposte

“La porta Barriera Cavour – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – è uno dei beni storici a cui i cesenati tengono di più. Ancora oggi conserva la funzione di porta di accesso e di punto di connessione tra il centro storico e Corso Cavour"

È uno dei luoghi simbolo di Cesena oltre che essere stato per lungo tempo un accesso privilegiato alla città. Composta da due padiglioni neoclassici edificati nel 1864 in sostituzione della malatestiana porta Cervese, la Barriera Cavour è da sempre al centro della vita sociale e pubblica cittadina. Progettato con l'intento di offrire una bella immagine di Cesena ai viaggiatori che arrivavano in città dalla vicina stazione ferroviaria e di proprietà del Comune di Cesena, il complesso nel 2008 è stato dichiarato di interesse storico dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Proprio nell’ottica di una continua valorizzazione, e per una più efficace gestione dei servizi e delle attività a beneficio della collettività cittadina, l’Amministrazione comunale procede all’assegnazione tramite procedura ad evidenza pubblica aperta del fabbricato di Ponente (lato via Gaspare Finali).

“La porta Barriera Cavour – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – è uno dei beni storici a cui i cesenati tengono di più. Ancora oggi conserva la funzione di porta di accesso e di punto di connessione tra il centro storico e Corso Cavour, che conduce principalmente alla Stazione ferroviaria e al polo scolastico cittadino. Costituita da due edifici eleganti, dalla sua realizzazione assume una spiccata funzione sociale ospitando negli spazi disponibili attività commerciali e altre realtà attive sul territorio comunale che contribuiscono a rendere questo angolo di città vivace e accogliente. Proprio confermando questa particolare valenza, così come è stato fatto per il fabbricato di Levante, che si affaccia su Viale Carducci, ma anche con altri edifici di pregio storico, penso al Palazzo del Ridotto, i cui locali del piano terra sono stati dati in concessione a Babbi, avviamo una procedura concessoria che consentirà ai locali oggetto dal bando di vivere una nuova vita. Al contempo abbiamo avviato un confronto con Anpi, che occupa parte degli spazi oggetto della futura concessione, al fine di reperire nuove e diverse soluzioni più confacenti ai bisogni dell’Associazione”.

L’Amministrazione comunale pertanto mette a disposizione per sei anni (con possibilità di rinnovo) il fabbricato di Ponente della Barriera Cavour che sarà dato in concessione al soggetto proponente che presenterà un’offerta. A questo proposito la Giunta ha definito delle linee guida che riguardano sia l’importo del canone che la stessa proposta progettuale che dovrà essere presentata. Tutte le informazioni, con relativo bando, saranno pubblicate sul sito dell’Ente nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriera Cavour, nuova vita per il fabbricato di Ponente: il Comune lancia un bando per le proposte

CesenaToday è in caricamento