rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca San Mauro Pascoli

Barca a motore sfreccia tra i bagnanti: la Municipale lo attende al molo per sanzionarlo

Andava a velocità sostenuta con una barca a motore nell'area di mare destinata alla balneazione, quella compresa tra gli scogli e la riva

Andava a velocità sostenuta con una barca a motore nell'area di mare destinata alla balneazione, quella compresa tra gli scogli e la riva. Il tutto la domenica mattina, quando i bagnanti in mare non mancavano di certo, creando quindi un pericolo non solo in astratto ma anche in concreto. E' accaduto domenica mattina intorno alle 10,15 a San Mauro Mare. Il soggetto, “intercettato” dai bagnini di salvataggio, è stato richiamato anche con l'uso dei fischietti di salvataggio, mentre dalla riva anche la Polizia Municipale di San Mauro Pascoli, che si trovava lì in perlustrazione e per il controllo dell'arenile, ha richiamato in modo visibile il conducente della barca, che tuttavia non è fermato ed è andato dritto in direzione di Gatteo.

Tuttavia la Municipale è riuscita comunque ad individuare il possibile punto d'attracco, un piccolo molo alla foce del Rubicone. Sul posto si è portata subito una pattuglia della Polizia Municipale dell'Unione Rubicone-Costa, che si trovava anch'essa lì di pattuglia. Al suo arrivo, quindi, il conducente della barca si è trovato i vigili ad attenderlo, per identificarlo. L'uomo, un sessantenne residente in zona, si sarebbe giustificato sostenendo che la piccola imbarcazione imbarcava acqua e avrebbe rischiato ad andare in mare aperto. Tuttavia non è stata certo ritenuta una valida giustificazione per mettere a rischio la sicurezza dei bagnanti, data anche il tragitto percorso, parallelo alla costa e non perpendicolare, volto cioè a raggiungere la riva il prima possibile. La posizione del sessantenne è ora al vaglio della Polizia Municipale, per i provvedimenti del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barca a motore sfreccia tra i bagnanti: la Municipale lo attende al molo per sanzionarlo

CesenaToday è in caricamento