menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nessuna offerta: il bando per gli eventi in centro va deserto. "L'esito non ci coglie impreparati"

Alla chiusura dei termini, nessuna delle 24 imprese ha presentato un’offerta, mandando quindi deserta la gara

E' scaduto venerdì il termine per la partecipazione alla gara relativa alla gestione operativa su organizzazione, comunicazione e monitoraggio di eventi di promo-valorizzazione del centro storico. Il meccanismo utilizzato, sulla base della recente normativa sugli appalti pubblici, è quella della “procedura negoziata”, attraverso cui vengono invitate alla gara un minimo di 15 imprese fra quelle accreditate nel sistema del Mercato Elettronico per la Pubblica Amministrazione (Mepa). La scelta degli uffici comunali, per ampliare la possibilità di partecipazione, è stata quella di invitare alla gare 24 imprese. L’affidamento previsto è di durata triennale, per una base d’asta di oltre 578mila euro. Alla chiusura dei termini, nessuna delle 24 imprese ha presentato un’offerta, mandando quindi deserta la gara.

"La scelta di individuare un operatore economico specializzato operante nel settore, individuato mediante una procedura di gara pubblica - affermano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore allo Sviluppo Economico Lorenzo Zammarchi - è il frutto di un positivo percorso di confronto con le Associazioni di Categoria Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, all’interno del Tavolo Strategico di Zona A. Insieme, infatti, abbiamo deciso di fare un salto di qualità nell’esperienza di Zona A, specializzandone la funzione di indirizzo e trasformandola in vero e proprio tavolo permanente di concertazione e programmazione strategica. Parallelamente, si è convenuto di indirizzare la funzione operativa su operatori professionali, per qualificare ulteriormente il livello degli eventi".

"L’esito deserto della gara - continuano Lucchi e Zammarchi - non ci coglie impreparati: lo stesso è capitato nelle scorse settimane anche al Comune di Forlì per una gara sul centro storico, con un oggetto simile al nostro. Proprio per questo, sin dall'inizio i tempi programmati (che prevedono l'avvio dell'attività effettiva del nuovo gestore solo a partire dal 15 gennaio 2018), tenevano conto di questa ipotesi, rispettosa di tutte le norme vigenti, ma certo anche particolarmente "rigida" per tempistica e procedure. Questo margine temporale ci consentirà quindi di rilanciare la gara in tempi rapidissimi (i pochi giorni necessari al rispetto delle prescrizioni normative), estendendo l’invito a tutti gli operatori economici della piattaforma Mepa operanti in Emilia-Romagna, purché accreditati nella categoria “organizzazione integrata degli eventi".

Proseguono gli amministratori: "Riteniamo che la direzione intrapresa sia quella più utile per alzare la qualità del nostro centro storico. Ne siamo convinti anche perché si tratta di un lavoro collettivo, svolto in stretta collaborazione con le Associazioni di categoria. Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, infatti, nel rispetto dei rispettivi ruoli, hanno saputo svolgere un lavoro estremamente attivo ed efficace, per il quale desideriamo ringraziarle molto. Proprio in virtù di questa collaborazione, abbiamo comunicato loro l’esito della gara, condividendo i passaggi che porteranno ad attivare un nuovo bando".

"Nel frattempo - concludono Sindaco ed Assessore - Zona A gestirà gli eventi già programmati sino a fine anno, dedicando un'attenzione particolare ad un programma natalizio innovativo, così come l'amministrazione comunale sta lavorando direttamente attorno ad un Capodanno di alto spessore. La somma degli eventi dei prossimi mesi, lascerà così in eredità all'impresa incaricata tramite gara pubblica, un centro storico vitale e dotato di una buona immagine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento