rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

La bimba portata via in Polonia dalla madre, appello disperato del papà: "Non sento mia figlia da mesi, non so neanche se è viva"

E' un grido d'allarme lucido, ma disperato quello del papà cesenate che si affida alle telecamere di 'Chi l'ha visto'. Sua figlia è stata sottratta dalla madre e portata in Polonia più di un anno fa

"Sono mesi che non sento e non vedo mia figlia, non so neanche se è viva. Da fine aprile non ho nessun contatto con lei". E' un grido d'allarme lucido, ma disperato quello del papà cesenate che si affida alle telecamere di 'Chi l'ha visto' per riaccendere i riflettori sul caso della bambina cesenate sottratta dalla madre e portata di nascosto in Polonia, dove "è costretta a vivere come una latitante", sottolinea il servizio. La bambina fu portata via dalla madre più di un anno fa, nel settembre del 2021.

Le telecamere della trasmissione di Rai Tre sono entrate nella cameretta della piccola, dove ci sono tante foto con il papà e un buffo pupazzo che avrebbe voluto regalarle per Natale. 'Chi l'ha visto', diventato ormai un'istituzione in materia di persone scomparse, ha ripercorso la vicenda della minore, nata dall'amore tra il cesenate e una giovane polacca. "Ci siamo conosciuti 9 anni fa - ha spiegato il professionista cesenate - andava tutto bene all'inizio. Nostra figlia viveva un'esistenza serena, fatta di sorrisi e giochi, poi le cose sono cambiate all'improvviso. A casa c'era grande tensione, era sempre più difficile stare insieme, la decisione della separazione è stata presa prevalentemente da lei".

E la bambina? "Per decisione del giudice potevo stare con lei due giorni alla settimana e a weekend alterni". Poi un episodio che ha rotto l'equilibrio: durante una lite lei ha chiamato le forze dell'ordine ed è stato fatto scattare il codice rosso "ma non c'è mai stato alcun episodio di violenza, anche una sentenza ha chiarito questo aspetto". La trasmissione ha anche parlato con gli avvocati italiani che davano assistenza legale in una prima fase alla donna: "Non c'erano avvisaglie di una fuga".

"Ma più volte mi ha minacciato di voler portare la bambina in Polonia" ha detto il papà cesenate, ed in barba a quanto stabilito dalla Corte d'appello di Bologna che vietava alla donna di portare la piccola nel paese dell'Est Europa per più di tre settimane, è avvenuta purtroppo la sottrazione della minore.

"Il 22 settembre 2021 una mia collaboratrice riceve una mail alle 5 del mattino, era lei che diceva che la bisnonna stava morendo e che aveva portato la bambina in fretta e furia in Polonia. Io sono andato a scuola e purtroppo ho avuto la conferma, mi hanno detto che neanche il giorno prima mia figlia era stata accompagnata in classe, sono andato subito dalla Polizia a denunciare la scomparsa".

Viene emesso un decreto del tribunale dei minorenni che ordina il rientro immediato in Italia, ma la vicenda giudiziaria complica e rende più tesa la situazione, si interrompono anche i rapporti telefonici: "Dal 21 dicembre non so più nulla, scopro che mia figlia è stata ritirata dalla scuola, non sono andato in Polonia perché non sapevo neanche dove cercarla - lo sfogo - il 5 gennaio ricompare qualche sparuta telefonata dove la bambina era strana, ripeteva sempre: 'Voglio restare in Polonia' o 'Questo non posso dirtelo'. Per un padre è una situazione molto pesante. Da fine aprile non ho nessun tipo di contatto con mia figlia, non so nemmeno se è viva. Lei non ha neanche fatto comparire la bambina in tribunale".

Una angoscia che avvolge ovviamente anche la famiglia di Filippo, "è un dolore forte, si cerca di sopravvivere", ha detto la nonna paterna alla trasmissione di Rai Tre. Anche nel Paese Est-europeo ci sono due sentenze, di primo e secondo grado, che stabiliscono che la bambina deve tornare in Italia, in applicazione della Convenzione dell'Aja. "Lei stessa ha sempre detto che sono un buon padre, lei può fare la sua vita, vivere in italia con nostra figlia, questo non è un problema per me, ma che non rovini la vita di una bambina", l'appello finale del papà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bimba portata via in Polonia dalla madre, appello disperato del papà: "Non sento mia figlia da mesi, non so neanche se è viva"

CesenaToday è in caricamento