rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Il tumore alla testa le impediva anche di camminare, la storia della bambina di 6 anni salvata da un delicato intervento chirurgico

La bambina, che vive a Cesena ed è originaria del Bangladesh, è stata salvata dal tumore con un delicato intervento in endoscopia con accesso al naso

Una storia che commuove, che lega Bologna e Cesena, e si è conclusa per fortuna con un lieto fine. E' quella di una bambina di soli 6 anni originaria del Bangladesh affetta da un tumore alla testa di 4,5 centimetri che le impediva di crescere, camminare, vedere e muovere il braccio sinistro. La piccola che vive con la famiglia a Cesena, è stata salvata grazie ad una delicata operazione chirurgica.

Come racconta BolognaToday, la scorsa estate la bambina è stata trasportata in urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale Bufalini di Cesena. Qui, i medici dell'ospedale, dopo aver individuato con una tac la presenza di un tumore di 4.5 centimetri che - originando dalla base cranica, arrivava a comprimere ipofisi, ipotalamo, nervi cranici e area motoria destra - hanno attivato immediatamente un teleconsulto con i professionisti del Centro regionale Pituitary Unit dell'Ausl di Bologna

La bambina, dopo gli accertamenti del caso, è stata operata con un intervento in endoscopia con accesso al naso dal prof. Diego Mazzatenta che, insieme ai suoi collaboratori, è riuscito ad eliminare il craniofaringioma posto alla base del cranio della piccola. Il successo dell’intervento è stato evidenziato dall’assenza di alcun residuo tumorale alla tac eseguita dopo 24 ore, nonchè dalla graduale ripresa della vista e del movimento autonomo del braccio sinistro da parte della bimba nei giorni immediatamente successivi all’intervento chirurgico. 

"Era sempre stanca, seduta - ha raccontato il padre a BolognaToday - non aveva voglia di giocare ed era sempre sdraiata a letto, mangiava poco". Poi il controllo in ospedale che ha fatto scoprire il tumore. Entro 3-4 giorni l'operazione: "Grazie ai dottori, grazie a Dio, oggi mia figlia sta bene ed è tornata alla sua vita". Il dottor Mazzatenta ha spiegato l'operazione: "Abbiamo sfruttato le vie del naso, può essere la porta d'accesso alla zona più profonda del cervello, abbiamo raggiunto la base del cranio con una sonda, e abbiamo rimosso il tumore che paralizzava le funzioni motorie della bambina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tumore alla testa le impediva anche di camminare, la storia della bambina di 6 anni salvata da un delicato intervento chirurgico

CesenaToday è in caricamento