Bagno di Romagna, il sindaco fa il punto sulla situazione neve: lunedì scuole aperte

Sia sabato che lunedì il primo cittadino ha partecipato al tavolo aperto in Prefettura a Forlì insieme alle rappresentanze delle forze dell'ordine per approfondire le previsioni dei prossimi giorni e la gestione dei servizi

San Piero in Bagno, foto di Veronica

Scuole aperte lunedì mattina a Bagno di Romagna. Lo comunica il sindaco Marco Baccini, che fa il punto della situazione dopo la nevicate che ha interssato domenica la località termale, accompagnata da un deciso abbassamento delle temperature. Sia sabato che lunedì il primo cittadino ha partecipato al tavolo aperto in Prefettura a Forlì insieme alle rappresentanze delle forze dell'ordine per approfondire le previsioni dei prossimi giorni e la gestione dei servizi. "Alla base delle determinazioni di domenica stanno le previsioni ufficiali diramate dall'Agenzia di protezione civile regionale (Arpae), che per la prossima notte e la giornata di lunedì ha indicato nevicate di carattere ordinario - spiega il sindaco -. Anche l'abbassamento delle temperature è stimato per i prossimi 2 giorni come ordinario ed rientrante nelle normali condizioni invernali. L'abbassamento più consistente, tale da essere monitorato in modo particolare, è previsto invece tra i giorni di mercoledì e giovedì.

"Sulla base di quanto emerso e delle previsioni dell'Arpae, possiamo comunicare che lunedì le scuole saranno aperte - comunica Baccini -. A fini precauzionali, abbiamo fatto comunque alzare i termosifoni già da domenica pomeriggio, senza attendere la mattina del lunedì, come avviene generalmente. Se le condizioni meteorologiche, diversamente da quanto previsto è stimato, dovessero subire un peggioramento durante la notte, lunedì, così come avviene generalmente, comunicheremo tempestivamente le relative determinazioni. Ogni mattina, infatti, abbiamo appuntamento con tutti i dipendenti comunali sul territorio e con quelli degli altri Enti operativi per verificare lo stato della situazione e le condizioni attuali, così da prendere decisioni più coerenti e vicine alla realtà, da comunicare con anticipo alle famiglie e al personale scolastico". Il sindaco invita i cittadini a tenere monitorata la pagina Facebook del Comune per seguire l'evolversi della situazione.

La situazione nelle scuole

Baccini informa inoltre che la situazione alle scuole "è sempre stata normale, senza che si sia verificato alcun problema da destare allarme. In particolare, si è verificato un blocco della caldaia durato due ore e causato da un disguido tecnico che è stato immediatamente risolto. Non sono presenti crepe nei muri così come non ci sono canali d'acqua che penetrano all'interno. È capitato nei giorni scorsi che una grondaia tracimasse, ciò che è stato immediatamente risolto. La struttura comunale è sempre infatti sempre in contatto con il personale scolastico, in un rapporto strutturato e istituzionale, che garantisce la realtà delle informazioni e la puntualità degli interventi, così come avviene nella normalità quotidiana di ogni casa o azienda".

Pulizie stradali e polemiche

Per quanto ritarda invece il tema dello sgombero neve, chiarisce ancora il sindaco, "ogni mattina gli operai comunali sono impegnati nella pulizia degli spazi scolastici, dell'ospedale e dei passaggi pedonali nei centri abitati, secondo un programma di priorità definito sulla base di logiche programmatiche che ne stanno alla base, salvo emergenze contingenti che richiedano deroghe per interventi immediati. Ciò vale anche per le operazioni di sgombero delle strade comunali pubbliche, nell'esecuzione delle quali può accadere che gli spalatori ritardino nell'eseguire il programma a causa di problemi urgenti e non previsti, come ad esempio la caduta di piante sulle strade. In ogni caso, l'approccio della gestione della neve e delle problematiche relative devono trovare nelle persone che fruiscono dei servizi la comprensione ragionevole che si tratta di situazioni eccezionali, per le quali non è ammissibile pretendere di fruire dei servizi come in situazioni normali".

"Pertanto, per riportarmi ai commenti estesi con troppa facilità, invito tutti a portare rispetto verso tutte quelle persone che in giorni difficili come quelli caratterizzati da eventi atmosferici avversi sono impegnate oltre il normale impegno, senza orari, a garantire la gestione dei servizi ai cittadini con meno disagi possibili - conclude Baccini -. E non c'è problema nel dire che ogni decisione passa dall'assunzione di evidenti responsabilità, che ci assumiamo con coraggio e mettendoci la faccia, nell'obiettivo di garantire servizi alla cittadinanza. Detto questo, sono anche convinto che chi si affretta a elevare critiche dispensando insegnamenti e ricette per ogni questione, manifesta un evidente interesse per i temi pubblici per il quale sará pronto certamente a dare - per primo - esempio di quanto dispensa, attuando per primo quei comportamenti che ciascun cittadino consapevole è in grado di tenere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento