Anche quest'anno Bagno di Romagna aderisce al progetto “Promemoria Auschwitz”

“Quest’anno tre studenti delle scuole secondarie superiori del comune di Bagno di Romagna si sono iscritti a questo progetto", comunicano l’assessore Enrica Lazzari ed il sindaco Marco Baccini

Bagno di Romagna anche quest’anno aderisce all’iniziativa del progetto “Promemoria Auschwitz”, permettendo a tre ragazzi del Comune montano di vivere da protagonisti un’esperienza di crescita civica e umana, accompagnando loro in visita ad Auschwitz e a Birkenau, all’ex ghetto nazista della città di Cracovia e al Museo Fabbrica di Schindler. In occasione della ricorrenza del 70°anniversario della liberazione del campo di Auschwitz, che verrà celebrata il 27 Gennaio 2015, il Centro per la Pace “Loris Romagnoli” di Cesena offre la possibilità – tramite il progetto “Promemoria Auschwitz” che promuove da diversi anni – ai giovani del nostro territorio di prendere coscienza e conoscenza degli accadimenti che hanno segnato brutalmente l’azione nazista della deportazione e dei campi di concentramento.

“Quest’anno tre studenti delle scuole secondarie superiori del comune di Bagno di Romagna si sono iscritti a questo progetto - comunicano l’assessore Enrica Lazzari ed il sindaco Marco Baccini -. E’ un percorso educativo e formativo destinato agli studenti, i quali sono coinvolti attivamente in tutte le fasi del progetto, incontri di formazione esperienza del viaggio e restituzione. Una volta terminato il percorso i partecipanti saranno chiamati a condividere l’esperienza vissuta con i coetanei nelle proprie scuole, permettendo così di approfondire e conoscere i contenuti educativi del percorso formativo”.

“L’amministrazione ha ritenuto opportuno aderire all’iniziativa stanziando un contributo di 370 euro, che ha permesso di raggiungere l’importo richiesto ed in parte già coperto dai contributi riconosciuti da alcune associazioni, banche de aziende locali, che si sono mostrati sensibili al tema trattato e che hanno permesso la realizzazione del progetto in favore dei nostri giovani - aggiunge -. Siamo convinti che stimolando progetti di questo tipo si possa contribuire in modo concreto e reale alla promozione e diffusione della cultura della pace e dei diritti umani, che rappresenta sempre un tema attuale e sensibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento