menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bagno di Romagna, Pro Loco: bilancio sicuramente positivo: "Merito dei volontari"

Dopo la rinnovata costituzione del 2015, il 2016 è stato l’anno in cui la Pro Loco di Bagno di Romagna ha potuto andare a regime e lo ha dimostrato

L'amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha incontrato i membri del consiglio direttivo dell'associazione per congratularsi personalmente per la dedizione e l’impegno dimostrati nell’organizzazione delle numerose iniziative svolte durante l’anno, oltreché per sviluppare insieme alcune riflessioni sulle prossime mosse. Dall’incontro, che si è tenuto lunedì, è emerso un bilancio sicuramente positivo, di cui il borgo di Bagno di Romagna deve andar fiero ed orgoglioso.

Dopo la rinnovata costituzione del 2015, il 2016 è stato l’anno in cui la Pro Loco di Bagno di Romagna ha potuto andare a regime e lo ha dimostrato. Il risultato sono infatti le numerose iniziative che hanno garantito - in modo costante per tutto l’anno - l'intrattenimento e l'animazione per i turisti presenti nel borgo termale, in una programmazione caratterizzata da iniziative nuove e rinnovate. La Pro Loco ha anche svolto un ruolo fondamentale nel coordinare e collaborare con tutti coloro che hanno svolto attività nel borgo di Bagno di Romagna. Insomma, una presenza davvero costante. Merito dei volontari che sin dalla costituzione della rinnovata Pro Loco hanno mostrato  disponibilità ed sensibilità. Nonostante tale impegno e presenza, ciò che più dispiace è la mancanza di disponibilità degli altri concittadini a farsi parte attiva, così come spesso manca la disponibilità a fornire un sostegno economico dagli operatori alberghieri e commerciali, nonostante poi pervenga dagli stessi soggetti la richiesta di continue attività.

“La Pro Loco - rimarcano il sindaco Marco Baccini e la vicesindaco Alessia Rossi - è un'associazione di volontariato essenziale nel nostro tessuto turistico e sociale. A Bagno di Romagna va dato merito al gruppo di cittadini che l'hanno ricostituita e si sono messi a disposizione in maniera volontaria per dare risposta alle esigenze turistiche che il borgo richiede. A loro va il nostro sentito ringraziamento e la nostra stima per l’interesse manifestato oltreché per l’eccellente esempio civico che rappresentano per tutta la comunità, che ancora si dimostra però troppo lontana da questa realtà. Se la comunità e le aziende di Bagno condividono di risiedere e operare in un borgo a forte valore turistico, allora devono passare dalle parole ai fatti e dimostrare in concreto di mettersi a disposizione. L’apporto alla Pro Loco sarebbe già un segnale concreto e tangibile. Le Pro Loco sono in tutta Italia un polmone fondamentale del turismo nazionale, tanto più in borghi turistici come il nostro, dove si necessita di una continua attività data dalla pressoché continua presenza di visitatori e turisti. È fondamentale però che l’attività dell’associazione sia sempre più il frutto della collaborazione di tutti ed essa diventi una realtà in cui ciascuno possa e debba investire una parte delle proprie risorse, siano esse tempo, disponibilità, sostegno economico o semplice voglia di fare".

"La Pro Loco di Bagno di Romagna ha saputo prendere in mano una situazione non semplice, inoltre in un periodo di ristrettezza economica generale ancora meno favorevole per l’attività di chi fonda la propria azione sul sostegno di tutti e ha saputo rendersi esempio virtuoso, dimostrando quanto il valore dell’attaccamento al proprio paese sia di stimolo per mettere a disposizione tempo ed energie e darsi da fare per la propria comunità. Un bell’esempio da riproporre", concludono.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento