Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Bagno di Romagna, imprese bloccate senza fibra ottica

"Più sostegni alle imprese di montagne, in particolare quelli altamente tecnologici come la fibra ottica fondamentali per competere". E' la richiesta che i soci Giovanni e Alessandro Ricci titolari di Sermec

“Più sostegni alle imprese di montagne, in particolare quelli altamente tecnologici come la fibra ottica fondamentali per competere”. E' la richiesta che i soci Giovanni e Alessandro Ricci titolari di Sermec, impresa di servizi revisioni meccaniche, hanno avanzato al sindaco di Bagno  Di Romagna, Lorenzo Spignoli. all'iniziativa Essere In Impresa promossa da Confartigianato in cui i sindaci dei 15 comuni comprensoriali sono entrati simultaneamente per un giorno nei laboratori delle aziende per raccoglierne richieste, istanze e suggerimenti.

I soci della Sermec,  impresa legata da sempre al territorio, hanno acquistato il capannone della ex Simona confezioni che ha chiuso i battenti, con la perdita del lavoro per 107 dipendenti. "Fare impresa in montagna è più oneroso e l'imprenditore subisce il costo maggiore due volte, come impresa e come capo famiglia - ha detto Ricci al sindaco Spignoli -. Si tratta di costi per trasporti, logistica, materie prime e soprattutto per il carente accesso alle infrastrutture come le vie di comunicazione ma anche quelle telematiche. Dopo l'ultima legge per la montagna, la 97/94, è subentrato un vuoto legislativo che ha fatto cadere nel dimenticatoio i problemi da risolvere nei territori montani. Noi imprenditori non vogliamo incentivi o sgravi: chiediamo solo che vengano valorizzati aria, acqua, ambiente di un territorio che chi vive e lavora in montagna salvaguarda per tutti. Un ritorno ci dovrà pur essere e per noi deve essere quello di interventi a favore dell'insediamento demografico e dello sviluppo imprenditoriale. La montagna non può essere considerata come un bene di tutti solo per il fine settimana".

"La nostra azienda - ha proseguito Ricci - fa ricerca ed esporta la metà dei suoi prodotti all'estero, pertanto è fondamentale avere la disponibilità della fibra ottica da parte di Lepida. Chiediamo che l'amministrazione ci aiuti a conseguire questo obiettivo. Più in generale debbono essere create le condizioni per favorire chi intraprende in montagna grazie anche alle linee di credito degli istituti bancari che permettano la realizzazione dei progetti di investimento e un ruolo importante nei rapporti con le banche deve essere svolto dalla associazione di categoria".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, imprese bloccate senza fibra ottica

CesenaToday è in caricamento