Cronaca Bagno di Romagna

“Bagno d’Arte” nelle sale di Palazzo del Capitano, il Comune affida il servizio

"L’indirizzo - dichiara l’assessore alla Cultura Enrica Lazzari -  è quello di  presentare una proposta progettuale che dovrà prevedere almeno tre percorsi espositivi all’anno"

Il Comune di Bagno di Romagna intende affidare il servizio di direzione artistica e organizzativa della stagione espositiva “Bagno d’Arte” nelle sale di Palazzo del Capitano per la durata di quattro anni, a fronte della presentazione di una proposta progettuale volta a promuovere l’attività artistica e culturale a favore di residenti e turisti.

"L’indirizzo - dichiara l’assessore alla Cultura Enrica Lazzari -  è quello di  presentare una proposta progettuale che dovrà prevedere almeno tre percorsi espositivi all’anno e che spazia su diversi temi di sviluppo, coinvolgendo artisti nazionali e internazionali, favorendo l’interscambio con la comunità e l’incontro con il pubblico di artisti emergenti, con particolare riferimento all’ambiente artistico emiliano-romagnolo e toscano, in modo da consolidare il legame con istituti d’arte, accademie e centri di formazione artistica. Riteniamo importante che la proposta progettuale possa richiamare e dare valore alla presenza del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, con percorsi espositivi originali nell’uso dei materiali o sensibili alle pratiche di sostenibilità ambientale e favorire la riflessione sui 17 obiettivi di sostenibilità proposti dall’Agenda 2030 dell’ONU".

"Inoltre, per arricchire l’offerta al visitatore, si richiede di prevedere forme di interazione tra arte e natura, sia nella scelta dei materiali che dei percorsi espositivi proponendo esposizioni, installazioni, performance anche all’aperto, nelle vie del borgo, nei parchi o giardini pubblici del nostro territorio. Un aspetto che riteniamo importante è quello di rendere le esposizioni d’arte proposte fruibili anche tramite strumenti innovativi, che consentano la possibilità di svolgere visite virtuali, immersive, interattive: un modo diverso e più moderno di avvicinarsi all’arte, in grado di appassionare anche un target più giovane e poco incline all’esperienza artistica tradizionale. Per chi fosse interessato invitiamo a consultare il bando sul sito del Comune e far pervenire la proposta progettuale, mediante consegna a mano oppure mediante servizio postale al Comune di Bagno di Romagna - Ufficio Protocollo – Via Verdi n. 4 - 47021 S. Piero in Bagno (FC), entro le ore 13,00 del giorno mercoledì 26 maggio".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Bagno d’Arte” nelle sale di Palazzo del Capitano, il Comune affida il servizio

CesenaToday è in caricamento