Bagno, confronto per il nuovo Piano di Zona per la Salute ed il Benessere Sociale

L’assessore ai servizi sociali Enrica Lazzari ha fatto il quadro delle attività sociali

Si è tenuto mercoledì a Bagno di Romagna l’incontro per la programmazione partecipata dei servizi socio sanitari locali per il triennio 2018 - 2020. Un appuntamento "molto partecipato, partecipato da rappresentanti di istituzioni e di associazioni attive in materia, di cittadini, di medici e personale socio-sanitario che hanno avuto modo di potersi confrontare sui temi legati alla salute ed al benessere all'interno del vasto ambito socio sanitario", afferma il sindaco Marco Baccini.

L’assessore ai servizi sociali Enrica Lazzari ha fatto il quadro delle attività sociali e i dati rappresentativi comunali con uno sguardo alla prospettiva ed alle esigenze emerse in questi anni, nell’ambito di continuo confronto tra amministrazione, cittadini e associazioni attive sul territorio. Una priorità emersa è il tema dell’emergenza alle povertà, un fenomeno che sta aumentando anche nella nostra comunità, sia in termini di esigenza abitative dovute a difficoltà a pagare l’affitto e bollette, sia in termini di risorse da investire maggiormente nel settore, che ad oggi è comunque presidiato grazie al  lavoro assiduo delle assistenti sociali.
Altro tema impellente è quello dell’invecchiamento della popolazione e dei conseguenti cambiamenti socio-demografici. Da ciò l’esigenza di investire su un centro diurno per anziani, da programmare anche attraverso un ampliamento della Casa Protetta Camilla Spighi ed una maggior organizzazione di servizi e iniziative rivolte agli anziani.

L’obiettivo condiviso è quello di rafforzare i progetti avviati, quali quello della “Lotta alla Solitudine” svolto da tre anni dai volontari di Anteas e rivolto ad alcuni anziani soli, e quello del “Caffè Alzheimer Alto Savio” iniziato lo scorso anno presso il centro Auser di San Piero. Un altro tema sensibile è stato l’esigenza di promuovere servizi dedicati alle malattie mentali, delle dipendenze da gioco d’azzardo e delle sostanze, che già ora sta prendendo piede con incontri mirati promossi dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni del territorio. Da parte dell’amministrazione comunale emerge l’esigenza di un centro ricreativo e di aggregazione polivalente per i nostri giovani, elemento sviluppato anche dal tavolo di lavoro del percorso partecipato“quale futuro per la Montagna”per lo sviluppo nella Valle del Savio.

Un’ulteriore prospettiva positiva per la nostra comunità, riguarda in specifico l’ospedale Angioloni di San Piero. All’interno del riordino e riorganizzazione dei servizi sanitari dell’Area Vasta, infatti, è stata tutelata e confermata la necessità del mantenimento del reparto di medicina, lungo degenza e dei servizi e prestazioni garantiti dal Poliambulatorio Sant’Agnese in convenzione con Ausl. Proprio nei giorni scorsi, poi, è stato aperto e avviato l’ambulatorio delle cronicità per pazienti affetti da diabeti di tipo 2, che prevede la presa in carico attiva da parte dei medici di Medicina Generale e che sarà destinato ad un ampliamento del servizio con il coinvolgimento di altre malattie. Su questi temi sindaco e assessore sono in stretto e continuo contatto con i vertici dell’Ausl per il continuo monitoraggio della struttura e per cercare di agevolare le problematiche connesse al turn-over del personale ospedaliero.

"Per la prima volta - commentano Baccini e Lazzari – si propone un percorso partecipato di questo tipo e crediamo sia davvero un bel segnale il fatto che il futuro Piano di Zona per la salute e il benessere sociale sia il frutto dell'ascolto delle singole comunità e non solo delle istituzioni che le rappresentano. E' un iter che sentiamo vicino al nostro modo di agire, e che intendiamo portare avanti per le future programmazioni. Il confronto è fondamentale per rendere più efficace il supporto a chi è più fragile e per rendere gli interventi e le misure previste quanto più adeguate possibili alle esigenze dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento