"Io Babbo Natale a domicilio, lavoro per regalare un sorriso ai più piccoli"

Ex animatore in discoteca, si è inventato un "lavoro" che regala tanta gioia ai bambini

Carmelo Tornatore al "lavoro"

Sono finiti i tempi in cui papà e nonni erano "costretti" a travestirsi da Babbo Natale per fare felici figli o nipoti. Tra le tante professioni un po' particolari spunta anche il Babbo natale a domicilio. Un lavoro che nasce come frutto dell'ingegno, anche per sfuggire alla crisi, e per regalare felicità ai più piccoli. "Ho sempre lavorato nel mondo dell'animazione in discoteca - spiega Carmelo Tornatore, 35enne - soprattutto all'Energy di Cesenatico. Come mi è venuta l'idea? Diciamo che me l'ha suggerita la mia stazza - sorride - sono alto 1,90 per oltre 100 chili di peso. In più notavo che gli eventi natalizi erano sempre quelli più riusciti".

"In fondo la prova costume non è solo quella che si fa al mare, per me è quella che faccio ogni Natale", scherza il 35enne animatore cesenate. Ormai da cinque anni Carmelo diventa Babbo Natale a domicilio per regalare una gioia ai più piccoli. Anche quest'anno entrerà in decine di case di Cesena e dintorni. "Il servizio è molto semplice, i genitori o i nonni mi contattano telefonicamente o tramite Facebook. Tra la notte del 24 e la mattina del 25 entrerò in casa di tanti cesenati con il mio costume in velluto, la barba folta e il mio sacco che riempirò di regali da dare ai bambini. La gioia più grande di questo lavoro è proprio vedere il sorriso dei bambini". Carmelo è ormai davvero un professionista del settore, all'occorrenza diventa Babbo Natale anche nei centri commerciali e a scuola. Tanti gli episodi simpatici da raccontare. "L'anno scorso un bambino era felicissimo, ha detto che finalmente era arrivato il Babbo Natale vero, dopo che per tanti anni si era cimentato suo papà".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento