E45, arrivano quattro avvisi di garanzia ai dirigenti Anas e una nuova perizia

Per la giornata di venerdì i quattro indagati sarebbero stati convocati in Procura insieme ai rispettivi avvocati

Novità importanti per quanto riguarda l'inchiesta della Procura di Arezzo sul viadotto 'Puleto' posto sotto sequestro, e che ha portato alla chiusura dell'E45, riaperta recentemente solo al traffico leggero. 

Secondo quanto riporta Arezzo Notizie quattro dirigenti Anas sono destinatari di altrettanti avvisi di garanzia. Il procuratore Roberto Rossi avrebbe intenzione nella giornata di venerdì di procedere a una nuova perizia, sotto forma di accertamento tecnico irripetibile. I destinatari degli avvisi di garanzia sarebbero tre dirigenti del compartimento Anas di Firenze e il capocantoniere che si occupa del tratto toscano della E45. 

Gli indagati insieme ai propri avvocati sarebbero stati convocati in procura per il conferimento dell'incarico agli ingegneri Antonio Turco e Fabio Canè. Il quesito che il procuratore ha intenzione di affidare riguarda la stabilità del viadotto e i rischi che esistono o esistevano per gli automobilisti. Il procedimento penale riguarda l'articolo 677 del codice penale, sostanzialmente l'omessa manutenzione dell'infrastruttura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento