"Poltronificio" all'Ausl unica, critiche da destra e da sinistra: anche Sel bacchetta

"L'ASL unica di Romagna come primo atto altro non fa che moltiplicare i capi dei capi, i direttori dei direttori, i vertici dei vertici. Aspettavamo, piuttosto,un piano dei servizi e della loro distribuzione sul territorio"

“Siamo dispiaciuti nel constatare che ciò che più avevamo temuto e denunciato all’inizio del percorso della istituzione della Azienda Unica della Romagna per la sanità – neppure tanto Velatamente – si stia verificando. Abbiamo sempre ribadito, a partire dal voto di astensione in Consiglio regionale, come soprattutto in sanità sia da considerare un grave errore, e dunque si debba abbandonare, una pseudo-logica pseudo-aziendalistica, che negli anni ha mortificato certe realtà d’eccellenza come l’ospedale Bufalini, promuovendo invece vertici burocratici spesso gonfi di ruoli”: ad esprimere le proprie perplessità è una nota di Sel di Cesena.

Continua Sel, unendosi al coro di critiche degli ultimi giorni: “Se da una parte continuiamo a pensare che un'azienda unica debba migliorare l’efficienza dei servizi e controllare la spesa pubblica, davvero non capiamo – o forse capiamo bene – a cosa punti la prima delibera attuativa del progetto ASL unica di Romagna, che come primo atto altro non fa che moltiplicare i capi dei capi, i direttori dei direttori, i vertici dei vertici. Aspettavamo, piuttosto, che il Direttore generale, designato ormai da mesi, fosse pronto a presentare un piano dei servizi, delle specializzazioni e della loro distribuzione sul territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Attendavamo cioè una bozza, almeno una bozza, che illustrasse quale idea di futura sanità pubblica si andasse a ridisegnare per gli anni futuri, magari partendo dalle esigenze reali di cura di oltre un milione di persone che abitano questa parte di regione chiamata Romagna. E poi ci attendavamo che questa bozza fosse discussa dalla politica, dai Sindaci, dalla loro conferenza, dai partiti che governano le città capoluogo, per una più precisa definizione e condivisione degli obiettivi e delle strategie. Nello specifico a partire dall’ospedale Bufalini - ma l’argomento può essere esteso agli altri presidi ospedalieri- ribadiamo : il primato della professionalità su ogni fattore esterno; la discussione e condivisione degli obiettivi e delle strategie; il rispetto e la considerazione per tutti gli operatori che partecipano a vari livelli al buon funzionamento della struttura e che rappresentano i veri artefici della sanità; il ripristino di un positivo “spirito di collaborazione”, nel dialogo e nella comunicazione tra direzione e professionisti; il riconoscimento e la riaffermazione, pur all’interno dell’azienda unica, del ruolo e delle eccellenze esistenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento