Ausl unica, Lucchi difende: "Non è un progetto calato dall'alto"

"Mi preme, infatti, ricordare a chi si ostina a ripetere che si tratta di un 'diktat calato dall'alto' - come ha fatto ancora oggi il consigliere regionale pdl Luca Bartolini -, che il percorso per la costituzione di un'Azienda Sanitaria unica della Romagna è stato messo in moto da tutte le realtà romagnole"

Ha preso il via mercoledì mattina - nell’incontro, svoltosi a Pievesestina, con i Sindacati Cgil, Cisl, Uil della Romagna - l’esame della bozza di progetto di legge regionale per la costituzione dell’Azienda Sanitaria della Romagna. Paolo Lucchi, sindaco di Cesena, farà anche da portavoce degli enti locali romagnoli essendo Coordinatore dei Presidenti delle Conferenze Territoriali Sociali e Sanitarie di Area Vasta Romagna.

E in questa veste dice Lucchi: “Credo di poter affermare, senza tema di smentita, che il confronto è partito con il piede giusto, in un clima positivo e propositivo, con valutazioni favorevoli sul lavoro svolto finora, e con la consapevolezza condivisa che tutti gli attori del territorio sono chiamati a dare il loro contributo fattivo per ridisegnare l’organizzazione del nostro sistema sanitario in modo da poter continuare ad assicurare ai romagnoli lo standard qualitativo e quantitativo dei servizi a tutela della loro salute e del loro diritto alla cura”.

“Ora si apre una fase di confronto a largo raggio, nell’ambito della quale sono già previsti quattro nuovi incontri con le organizzazioni sindacali del territorio, un primo incontro con i medici, a partire dagli Ordini professionali della Romagna, un incontro con le associazioni di impresa. Ma l’intento è di attivare il massimo coinvolgimento di tutto il territorio romagnolo per la definizione di un progetto che non solo coinvolge tutti, ma che è partito proprio da qui, dalla Romagna”.

“Mi preme, infatti, ricordare a chi si ostina a ripetere che si tratta di un ‘diktat calato dall’alto’ – come ha fatto ancora oggi il consigliere regionale pdl Luca Bartolini –, che il percorso per la costituzione di un’Azienda Sanitaria unica della Romagna è stato messo in moto da tutte le realtà romagnole quando, il 21 novembre scorso, i Sindaci e i Presidenti delle Conferenze Sociali e Sanitarie Territoriali di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini inviarono all’Assessore regionale Lusenti un corposo documento con la richiesta di attivarsi in questa direzione”.

“La bozza di progetto di legge che oggi siamo chiamati a valutare arriva in risposta a quella richiesta. Non solo: essa è frutto del lavoro svolto dal tavolo di coordinamento politico – strategico (composto dai Presidenti delle province, Sindaci dei Comuni capoluogo e dai Presidenti delle Conferenze territoriali sociali e sanitarie coinvolte), istituito per definire gli obiettivi, i contenuti dello stesso Progetto di Legge, nonché il percorso da seguire per la sua implementazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il cammino che abbiamo intrapreso è, certo, complesso e impegnativo, ma a spingerci in questa direzione non sono stati solo i motivi economici e la necessità di comprimere le spese. C’è anche la convinzione che attraverso il nuovo assetto si potranno razionalizzare risorse e servizi, migliorando l’offerta a disposizione dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento