Bartolini (PdL): "Ausl uniche in Emilia, come voterà il Pd?"

Respinge al mittente le accuse politiche di essere in contraddizione con sé stesso. Luca Bartolini, consigliere regionale del PdL, che recentemente ha depositato un progetto di legge per costituire altre tre maxi-Ausl in Emilia

Respinge al mittente le accuse politiche di essere in contraddizione con sé stesso. Luca Bartolini, consigliere regionale del PdL, che recentemente ha depositato un progetto di legge per costituire altre tre maxi-Ausl in Emilia, come quella che si sta formando a livello romagnolo, per evitare che “la Romagna faccia da cavia”, rintuzza gli attacchi: “Le confuse accuse avanzatemi a Cesena da nuovi fans del Sindaco Paolo Lucchi , replico volentieri spiegando che gli unici che saranno in contraddizione se non appoggeranno il progetto di legge, presentato dal sottoscritto insieme ai due colleghi romagnoli Bazzoni e Lombardi , per la creazione di sole 4 ausl in tutto il territorio regionale, saranno proprio i Consiglieri Regionali del PD”.

Continua Bartolini: “Infatti, il testo del nostro disegno di legge riprende pari pari le riflessioni adottate proprio dal PD per la creazione di una mega Ausl nel solo territorio Romagnolo. Poiché infatti ci dicono che le piccole AUSL non hanno futuro se non procedono alle unificazioni, non si capisce come possa la piccola AUSL di Imola con soli 132.637 abitanti ( l’Ausl di Forlì ne ha 188.710 e quella di Cesena 209.622) solo per citarne una, reggere al cupo scenario di riduzione delle risorse dipinto dalla sinistra. La verità è che i colleghi del PDL di Imola così come quelli della Romagna sono molto scettici riguardo a fusioni a freddo di strutture sanitarie senza alcun serio piano industriale che creeranno un enorme carrozzone controllato politicamente da Bologna e Ravenna tramite un solo mega direttore Generale - non ancora chiaro se di area Bersaniana o Renziana perché queste sono le “nobili” motivazioni a monte della linea politica - che gestirà 2 miliardi di Euro e 15.000 dipendenti”.

“Visto che oramai pare incontrovertibile questo percorso attivato dal PD regionale, vogliamo vedere con quale faccia i colleghi di sinistra voteranno contro al nostro disegno di legge che riprende volutamente per la parte emiliana della Regione proprio le argomentazioni utilizzate dallo stesso PD per le ausl della sola Romagna . Se bocceranno questo disegno di legge bocceranno se stessi, evidenziando di conseguenza che a noi romagnoli viene lasciato solo il ruolo di cavie”, conclude Bartolini.

PROGETTO LIBERALE - "La sua risposta al nostro intervento sulla Ausl unica non ci sembra degna di lui - afferma Stefano Angeli di Progetto Liberale -. Il consigliere infatti ci conferma inequivocabilmente come il progetto di legge sull’unificazione delle aziende Usl bolognesi sia stato presentato dal Pdl (o Forza Italia) dell’Emilia Romagna non certo per convinzione, ma solo come una piccola ripicca politica verso il Pd per il progetto di Ausl unica romagnola. Davvero una misera motivazione da politicanti, in un settore, quello della sanità pubblica, che si dibatte in problemi enormi e reali, che toccano profondamente i cittadini. Paragonare poi la situazione della provincia di Bologna con la Romagna è del tutto fuorviante, dato che la sola Ausl di Bologna ha già oggi le dimensioni che avrebbe eventualmente una futura Ausl unica romagnola".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiosa Angeli: "Sulle accuse poi rivolteci di essere “i nuovi amici di Paolo Lucchi” troviamo che si sfori addirittura nel ridicolo, dato che non solo noi la proposta di unificare gli apparati amministrativi e burocratici delle aziende sanitarie romagnole la presentammo ben prima che entrasse nei programmi del sindaco di Cesena, ma anche per il fatto che in questi anni a Cesena l’opposizione in città è stata rappresentata costantemente e con coerenza proprio da noi liberali, mentre semmai il partito del consigliere Bartolini è stato lungamente assente ed inefficace su tutti i fronti. Sulla sanità aspettiamo quindi ancora una proposta dal Pdl/Forza Italia che impedisca i tagli drastici dei servizi paventati dalla stessa ministra pidiellina  della sanità Beatrice Lorenzin durante la sua visita proprio a Cesena nelle settimane scorse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Il furgone come "ariete", spariscono borse e scarpe di lusso: colpo da 100mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento