menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Lucchi

Paolo Lucchi

Ausl Romagna, la conferenza dei sindaci approva il nuovo atto aziendale

Sostiene una nota: “Il documento descrive la filosofia organizzativa e gli obiettivi strategici, che dovranno essere tradotti in progetti e programmi di attività declinati sul territorio romagnolo. E’ frutto di un ampio percorso di confronto e condivisione"

Via libera all’Atto Aziendale dell’Ausl della Romagna da parte della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria. Si è riunita venerdì mattina, presso la sede del Centro Servizi di Pievesestina di Cesena, la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna (CTSS), composta dai Presidenti delle Province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini e dai Sindaci dei 74 Comuni del territorio romagnolo. Nel corso della riunione la CTSS ha espresso parere favorevole all’unanimità sull’Atto Aziendale presentato dalla Direzione Generale dell’Ausl della Romagna.

Sostiene una nota della Conferenza: “Il documento descrive la filosofia organizzativa e gli obiettivi strategici, che dovranno essere tradotti in progetti e programmi di attività declinati sul territorio romagnolo. E’ frutto di un ampio percorso di confronto e condivisione con le organizzazioni sindacali, i comitati di distretto ed i professionisti dell’azienda sanitaria”.

Il parere favorevole della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria (CTSS) – come previsto dalla legge regionale – è l’ultimo passaggio, prima della approvazione definitiva da parte della Regione e dell'adozione definitiva da parte del Direttore Generale. “A questo importante atto – afferma il Presidente della CTSS Paolo Lucchi - seguirà la sottoscrizione di un nuovo protocollo con le organizzazioni sindacali, che confermerà, anche per il futuro, lo stabile permanere di quel confronto politico, già da tempo avviato. L'atto aziendale è l'indispensabile cornice di valori e di modalità di rapporto tra i nostri territori, che ci mancava di condividere per dare definitivamente forza alla nostra azienda sanitaria. Ora che l'abbiamo, siamo pronti per continuare a garantire ai romagnoli una sanità di qualità, diffusa sul territorio, in grado di caratterizzarsi per un livello professionale e tecnologico rassicurante tra i migliori, almeno in Italia".

Nella stessa riunione la CTSS ha, inoltre, approvato all’unanimità il Bilancio di Esercizio 2014 dell’Azienda USL della Romagna, che registra un utile di esercizio pari a 146.455 euro, e che rispetta l’obiettivo economico-finanziario del pareggio di bilancio assegnato alla Azienda sanitaria romagnola dalla Regione. Ai Sindaci della Romagna è stato, in particolare, sottolineato che i costi di produzione, rispetto al 2013, si sono ridotti di 2,3 milioni di euro, grazie soprattutto alla riduzione del costo del personale, degli interessi passivi legati al calo dei tempi di pagamento dei fornitori e ad un miglioramento delle politiche sui fondi rischi.

“La Conferenza – spiega il Presidente della CTSS Paolo Lucchi - nei prossimi mesi sarà chiamata a valutare il bilancio di previsione dell’Ausl della Romagna che sarà formalizzato non appena saranno definiti i finanziamenti a livello regionale ed i trasferimenti all’Azienda sanitaria romagnola. Puntiamo su un bilancio positivo ed in grado di garantire l'avvio di un significativo piano di investimenti”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento