Al liceo Monti arriva la prima aula tecnologica '3.0' della Romagna

E' stata inaugurata al Liceo "Monti" di Cesena la prima aula TEAL della Romagna. La sigla sta per " Technology Enabled Active Learning" e più che un'aula e proprio un nuovo ambiente di apprendimento dove si sgretola il modello classico della lezione frontale

E' stata inaugurata al Liceo “Monti” di Cesena la prima aula TEAL della Romagna. La sigla sta per “ Technology Enabled Active Learning” e più che un'aula e proprio un nuovo ambiente di apprendimento dove si sgretola il modello classico della lezione frontale fatto di cattedra contrapposta ai banchi degli studenti. Quest'ambiente, invece, è studiato per l'attività di gruppo, circolare, collaborativa. Il tutto con un forte supporto di tecnologie di cui l'aula è dotata.

Lo sviluppo innovativo ha caratterizzato negli ultimi tre anni il Liceo Ginnasio “V. Monti” di Cesena e ne ha modificato il volto. Tuttavia, ci tiene a specificare il dirigente Giancarlo Domenichini che “l'aula non è solo attrezzata con la tecnologia, e ce n'è tanta di tecnologia, ma uno spazio ripensato in funzione delle nuove soluzioni per la promozione delle conoscenze e per il loro consolidamento in competenze. Gli ambienti sono realizzati per un’idea di didattica non più statica ma con un'organizzazione della classe in gruppi flessibili, eterogenei, con molteplicità di interessi e di obiettivi; non più legata alla lezione frontale ma alle nuove formule di apprendimento con attribuzione di un ruolo preciso agli studenti che collaborano attivamente, condividendo informazioni e risorse; non più finalizzata al solo ascolto, passivo e paritetico, ma alla partecipazione e alla ricerca attiva; non più il docente come unico elemento di trasmissione del sapere ma come ‘facilitatore’, con il compito di curare un clima cooperativo e un modello di comunicazione efficace, di pianificare compiti appropriati e coordinare l'organizzazione del processo di apprendimento”.

 

La nuova aula '3.0' è nata con queste motivazioni, dopo un viaggio di aggiornamento in alcuni paesi del Nord Europa, in cui nuovi ambienti polifunzionali nel quale figure, spazi, tecnologia e didattica interagiscono tra di loro già esistono. In quest'aula dalle mura colorate e con una disposizione dei posti a sedere per gruppi e in cerchio si crea uno spazio nel quale l’insegnante mantiene il ruolo centrale nel percorso di apprendimento degli alunni ma guidandoli e sostenendoli nel processo di ricerca e apprendimento delle conoscenze e delle competenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento