Atti osceni davanti al Conad, il sindaco di Cesenatico: "Non dobbiamo piegarci al degrado"

Ha fatto il giro d’Italia il video che Beppe Rotelle ha pubblicato su Facebook e che ritrae un giovane nigeriano mentre compie atti osceni davanti alla Conad di via Cecchini

Ha fatto il giro d’Italia il video che Beppe Rotelle, un disabile da sempre in prima linea nella lotta a favore delle persone svantaggiate e per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ha pubblicato su Facebook e che ritrae un giovane nigeriano mentre compie atti osceni davanti alla Conad di via Cecchini, a Cesenatico. Sulla questione è intervenuto anche Matteo Gozzoli, sindaco di Cesenatico.

“Il video girato da Giuseppe D'Ursi, noto in rete come Beppe Rotelle, racconta una situazione inaccettabile, non si possono vedere scene di questo tipo e non possiamo in alcun modo piegarci al degrado. I nostri residenti e i nostri turisti devono essere liberi di recarsi a fare la spesa senza dover assistere ad episodi del genere e aggiungo che devono essere liberi di non essere disturbati o molestati da chi sceglie di passar il suo tempo facendo l'elemosina” ha detto il primo cittadino cesenaticense.

“Solo nella giornata di giovedi la Polizia Municipale ha elevato 4 verbali di fronte ai supermercati (18 da giugno), una misura quella dell'ordinanza che sicuramente non sta risolvendo il problema ma che almeno consente alle forze dell'ordine di avere uno strumento per intervenire. La legge, a meno che non si commettano reati, non prevede alternative. Per quanto riguarda le segnalazioni arrivate anche nella giornata di ieri di fronte al Conad, ringrazio i Carabinieri di Cesenatico per l'intervento effettuato. Dopo un confronto in caserma il ragazzo nigeriano del video è stato denunciato a piede libero per esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Il tentativo di rapina è stato escluso, in quanto è stato dimostrato che in realtà l'alterco fosse legato al tentativo di cancellare le immagini girate ieri dal sig. D'Ursi. Forse si aggiungerà la denuncia per atti osceni in luogo pubblico”.

“Grazie ai Carabinieri è inoltre emerso che il ragazzo nigeriano, è in possesso di regolare permesso di soggiorno e risiede a Lugo”, specifica il sindaco.

“In tanti su Facebook (Salvini compreso) avevano già emesso sentenze di ogni tipo, senza conoscere i fatti. La gravità del gesti rimane invariata. Tuttavia mi chiedo come mai si scrivano fiumi di commenti e post per un episodio come questo e nulla o quasi per una rapina in banca, commessa da un cittadino italiano che tra l'altro in pochi giorni è stato poi individuato e arresto dagli stessi Carabinieri”.

“L’attenzione sulla sicurezza è massima, in questi giorni Polizia Municipale di Cesenatico, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di porto e da giovedì anche la Polizia di Stato, sono impegnate in città per garantire sicurezza a residenti e turisti con pattuglie e personale potenziato. Invito tutti a rivolgersi alle forze dell'ordine per segnalare situazioni di irregolaritá, i post e le denunce su FB non accompagnate da segnalazioni puntuali creano solo allarme e non consentono di intervenire con puntualità” ha concluso Gozzoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento